Il sabato dell’avvinaggio

Vi avevamo preannunciato l’appuntamento con la tappa lombarda del Vinix Tour, sabato 1° dicembre alla Cascina Cuccagna di Milano, e ovviamente non ci saremmo mai potuti esimere dal partecipare di persona. Come nelle migliori previsioni è stato un sabato piacevolissimo: merito del vino, d’accordo, ma anche dell’atmosfera, la stessa che da sempre caratterizza gli eventi organizzati dal gruppo di Vinix e, prima ancora, di Terroir Vino. L’impressione è stata ed è quella di trovarsi di fronte a un gruppo allargato di amici, che alla professionalità uniscono l’amore per la convivialità e il gusto nel mettersi in gioco, come dimostra pure l’impegno del “boss” Filippo Ronco nel ruolo di cameriere! Insomma, quell’attitudine social che esprime perfettamente la filosofia dell’innovativo progetto di acquisto online. In più, come già osservato in passato, la formula della degustazione “ridotta”, con poco più di una ventina di stand nei piccoli ma deliziosi locali della cascina, permette di apprezzare meglio i prodotti delle singole aziende e di soffermarsi qualche minuto in più a chiacchierare (e degustare!).

Veniamo all’aspetto più interessante della giornata: il vino! L’evento di sabato è stato l’occasione per ritrovare alcune aziende ben note come Guglierame, Le Rocche del Gatto, Grosjean, le Cantine del Notaio e la famigerata Cascina I Carpini. A queste si aggiungono diverse (per noi) nuove e piacevoli scoperte: il Tai Rosso e il blend Polveriera della cantina vicentina Piovene Porto Godi, l’austero Nebbiolo di Ca’ Richeta (temperato però dalla dolcezza dei passiti), le antichissime vigne tortonesi di Luigi Boveri. Ma anche la giovane azienda toscana Pancole, con nomi classicheggianti ed etichette futuriste, e il Prosecco dei Fratelli Collavo. Anche sul fronte birra non ci siamo fatti mancare nulla: al già sperimentato Birrificio Sagrin si è aggiunta la Birra Carrù. Entrambe pienamente coinvolte nello “spirito” della giornata, visto che tra i loro prodotti più noti ci sono le IGA a base di mosto di vino!

Ricordiamo che tutti i prodotti citati sono, ovviamente, acquistabili online su Vinix con il sistema dell’acquisto in cordata.

IMG_20181203_172953

Annunci

Il vino della Cuccagna

Riprendiamo la buona abitudine di segnalare gli eventi più interessanti per i buongustai che ci seguono: uno di questi è sicuramente la tappa milanese di Vinix in Tour, il ciclo di incontri che il noto social network del vino sta portando avanti in tutta Italia con l’obiettivo di far conoscere il suo progetto di acquisto di vini online in gruppo. L’evento, aperto a tutti al costo di 15 euro a persona, si svolgerà sabato 1° dicembre alla Cascina Cuccagna, ormai celebre spazio di aggregazione in zona Porta Romana a Milano, ricavato da una grande cascina settecentesca. Oltre a scoprire i vantaggi dell’acquisto in cordata, l’evento permetterà di degustare i prodotti di una ventina tra cantine e birrifici (l’elenco è ancora in aggiornamento): tra questi, molti nomi noti come GrosjeanLe Rocche del Gatto, Cantine del NotaioBirrificio Sagrin eccetera. Il banco d’assaggio sarà aperto dalle 11 alle 20 e accompagnato da gustosi assaggi gastronomici; è inoltre possibile prenotarsi per una cena a fine evento (posti limitatissimi!) scrivendo a shop@vinix.com.

I dettagli sull’evento, in continuo aggiornamento, sono qui.

vinix-tour-post

Stasera a casa del vino

Che il vino sia una priorità, anche dal cibo, da queste parti lo dichiarano fin dal nome. E non potrebbe essere altrimenti, dato che la Casa del Vino della Vallagarina, al centro del piccolo abitato di Isera (Trentino), è nata una ventina d’anni fa per iniziativa di 30 produttori vinicoli di questa zona lungo il corso dell’Adige. Il suo obiettivo principale è la promozione di vini e distillati tipici, che certo non mancano sul territorio, e per questo motivo l’annesso ristorante si limita a offrire ogni giorno un menu fisso di 4 portate, modellato per valorizzare al meglio i vini proposti in abbinamento. Non che questo sminuisca in nessun modo l’offerta gastronomica del locale, eccellente sotto tutti i punti di vista: qualità (tutte le materie prime, dalla carne salada ai formaggi, provengono da piccoli produttori a km zero), servizio e prezzi, appena 30 euro per un pasto completo. Senza contare la splendida vista offerta dal giardino esterno su tutta la vallata. Insomma, un indirizzo da tenere bene a mente: per saperne di più, leggete la nostra recensione completa!

20170627_221608

Per i colli del Monferrato

Qualche volta basta davvero poco per ritagliarsi un’oasi di pace nel “logorio della vita moderna”: una gita nel Monferrato casalese, ad esempio, è più che sufficiente a ritemprare almeno per un giorno lo spirito e (soprattutto) il corpo. Noi ne abbiamo approfittato per testare alcune delle cantine più interessanti della zona: una è la rinomata Vicara di Rosignano Monferrato, creatura dei tre soci Visconti, Cassinis e Ravizza che negli ultimi anni ha fatto man bassa di premi e riconoscimenti. Purtroppo in occasione della nostra visita i prodotti più gettonati erano esauriti (su tutti il celebre Grignolino .G), ma abbiamo comunque potuto gustare bottiglie di gran pregio come UccellettaVolpuvaCantico della Crosia. Altra tappa obbligata quella a Cella Monte per visitare l’antico “infernot” della cantina La Casaccia, che custodisce tra l’altro il Barbera Calichè, ma anche l’originale Brut eponimo.

E il cibo? Naturalmente c’è stato spazio anche per quello, con le specialità piemontesi del ristorante Il Bagatto di Grazzano Badoglio: un luogo ancora relativamente fuori dagli itinerari turistici (basti pensare che ci siamo trovati di fronte a una partita di tamburello in piazza!) e in grado di regalare profumi e sapori genuini. Battuta di fassonaagnolotticoniglio arrostobonnet e tante altre prelibatezze in una location davvero incantevole: per saperne di più non perdetevi la nostra recensione completa!

20170304_140218

Non solo panettone

Si approssima un weekend ricchissimo di appuntamenti gastronomici, e visto il clima da tregenda non resta che tuffarsi a capofitto nel cibo (possibilmente al coperto). A un mese dalle feste, si comincia a sentire profumo di dolci natalizi e in particolare di panettone: allo spazio MegaWatt di Milano il fine settimana sarà tutto dedicato a Re Panettone, la festa del dolce milanese per eccellenza, con più di 40 espositori che presenteranno le loro creazioni. Apertura sabato 26 novembre dalle 10 alle 20 e domenica 27 dalle 10 alle 19, ingresso gratis con registrazione. La manifestazione sarà poi replicata a Napoli sabato 3 e domenica 4 dicembre. Aria di festa anche in provincia e precisamente a Rho, che sabato e domenica ospita Arte Panettone: l’appuntamento è nella storica Villa Burba per degustare non soltanto panettoni (al prezzo speciale di 20 € al kg per tutti gli espositori), ma anche gelati, liquori e grappe. Cambiamo completamente genere e trasferiamoci in Sardegna: a Seneghe, in provincia di Oristano, sabato 26 e domenica 27 si svolge Prentzas Apertas, ovvero la festa dell’olio nuovo. Per l’occasione tutti i frantoi cittadini saranno aperti per visite e degustazioni e nelle piazze del paese si potranno degustare olio e altri prodotti tipici. Infine l’immancabile vino: il prossimo weekend è quello del Mercato dei vini dei vignaioli indipendenti organizzato dalla FIVI alla fiera di Piacenza, con 421 vignaioli ospiti. Apertura sabato dalle 11.30 alle 19.30 e domenica dalle 11 alle 19: biglietto a 15 euro per la singola giornata e 25 euro per i due giorni.

locandina_web

 

Prendi il vino per le corna

Se un toro inferocito è il simbolo della nuova edizione di La Terra Trema non può certo essere un caso: da ormai un decennio la rassegna vinicola del Leoncavallo di Milano ha nella “resistenza” (commerciale, politica, filosofica) la sua ragion d’essere, e la nuova autodefinizione di “fiera feroce” rispecchia appieno gli intenti degli organizzatori. Concretamente: da venerdì 25 domenica 27 novembre il centro sociale milanese ospiterà ancora una volta piccoli produttori locali, agricoltori e artigiani di tutte le regioni italiane, pronti a raccontare storie di nicchia che però, con gli anni, hanno cominciato a interessare un grande pubblico sempre più informato. La degustazione dei  vini – più di 90 le cantine presenti – sarà aperta venerdì e sabato dalle 15 alle 22, domenica dalle 13 alle 20; in più sono in programma presentazioni, concerti e (sabato alle 16.3o) l’incontro con i vignaioli vincitori della Roncola d’Oro. La cucina sarà aperta venerdì e sabato a cena e domenica anche a pranzo, con piatti semplici ma prelibati preparati a filiera diretta con le materie prime fornite dai produttori presenti a Milano. L’ingresso alla manifestazione, comprensivo di sottoscrizione al progetto, costa 10 euro al giorno; la festa continua dopo le 22 con spettacoli musicali, al prezzo di 5 euro.

timthumb

Giochiamo il Jolly

Un giorno da Locuste, finalmente. Abbiamo dedicato lo scorso sabato a una di quelle missioni gastronomiche che da troppo tempo non trovavano spazio nel nostro calendario, e i risultati sono eccellenti: la visita a Polesine Parmense in occasione del November Porc ci ha dato l’occasione di acquistare salumi di straordinaria qualità, dal culatello allo strolghino, ma anche di gustarci un pranzo di spessore al rustico Bar Albergo Jolly di Zibello, locale polivalente che – nonostante l’apparenza un po’ troppo old style – merita fiducia da parte degli amanti della cucina casereccia. Da ricordare, in particolare i tagliolini al culatello e il guancialino al Lambrusco… Per saperne di più vi rimandiamo alla nostra recensione completa. Ma la cronaca della giornata non si ferma qui: allungando il percorso di “qualche” chilometro abbiamo fatto il pieno anche di vino, tornando a degustare le meraviglie del già noto Castello di Luzzano (al confine tra Oltrepò pavese e Colli Piacentini) e scoprendo l’interessantissima Tomasetti Family Winery, creatura di un ex avvocato americano invaghitosi del mondo del vino. Imperdibili il “Bordeaux italiano” e il metodo classico di Lambrusco: per gli enoturisti è una tappa da non saltare!

20161112_141654