Un formaggio nella fossa

18 novembre 2016

Ci sono cibi il cui fascino va ben oltre il sapore (pur squisito): è il caso del formaggio di fossa, celebre prodotto caseario che ha la peculiarità di essere stagionato per circa tre mesi in tipiche fosse ovali scavate nella roccia e foderate di paglia. La leggenda vuole che si trattasse di una misura di sicurezza per difendere i preziosi formaggi dalle truppe di Alfonso d’Aragona; fatto sta che il sapore che ne deriva è davvero unico. A Talamello, in provincia di Rimini, si trovano oltre 20 fosse destinate alla stagionatura e dunque non stupisce che ogni anno il paese organizzi un’attesissima Fiera del formaggio di fossa: l’appuntamento, giunto alla trentunesima edizione, si rinnoverà sabato 19 domenica 20 novembre, con stand dedicati alla cosiddetta “Ambra di Talamello” e ad altri prodotti tipici della Valmarecchia in tutte le vie del paese. Anche i ristoranti del luogo saranno coinvolti nella rassegna con menu a tema e – novità di quest’anno – sabato dalle 17 si svolgerà la prima edizione di D’Vin Fossa, un percorso di degustazioni enologiche abbinate ai prodotti del territorio (e ai concerti di gruppi locali). Previsto anche un servizio navetta dal vicino centro artigianale di Campiano.

formaggio-di-fossa

Annunci

Un brindisi alla vodka

12 gennaio 2016

Troppo tardi per festeggiare il Capodanno? Assolutamente no, se si tratta del Capodanno ortodosso, che si celebra (anche se non più ufficialmente) nella notte tra il 13 e il 14 gennaio. E se qualche piccolo problema logistico impedisce di andare fino in Russia, nessun problema: la Trattoria La Marianna di Rimini ha pensato anche a questo, strizzando l’occhio ai numerosi turisti russi che frequentano la riviera romagnola con una cena tipica studiata dallo chef Nikita Sergeev, in programma per la serata di mercoledì 13. Il corposo menu comprende tra l’altro l’immancabile insalata russa, aringa in pelliccia, maialino da latte e mirtilli, satsivi (un piatto della tradizione caucasica), ukha (zuppa tradizionale di pesce), coscia d’anatra con mele e patate. La serata sarà allietata, oltre che da abbondante vodka, anche dai racconti di Natalia Medved sulle tradizioni russe. La cena ha un costo di 45 euro a persona: per prenotare contattare il numero 0541-22530.

capodanno_ortodosso

Rosa senza spine

1 luglio 2015

Gli esperti di moda non saranno d’accordo, ma i segnali che arrivano dalle prime avvisaglie di luglio sono tutti concordi: il colore dell’estate 2015 è senza dubbio il rosa. Come accade per la Notte Rosa, il “Capodanno dell’estate” che venerdì 3 luglio coinvolgerà ancora una volta oltre 110 km di costa sulla riviera romagnola all’insegna del divertimento e dello spettacolo, ma anche dell’enogastronomia. A Ravenna, per esempio, il rosa è quello della pesca nettarina, protagonista in cocktail e gelati oltre che in un menu a tema proposto dai ristoranti locali; a Milano Marittima arriva invece una “succursale” della Festa del Torrone di Cremona, e Rimini – ancora una volta il cuore della festa – propone addirittura una degustazione estiva di panettone! Lo sterminato programma completo dell’evento è disponibile qui.

Non è finita, però: anche la serata di giovedì 2 luglio sarà “colorata” grazie a BereRosa, seconda edizione della manifestazione che celebra i vini rosati italiani a Roma, nella scenografica sede di Palazzo Brancaccio. A partire dalle 17 i rosati di oltre 80 aziende italiane saranno in degustazione per tutti, accompagnati dal meglio dello street food. Il biglietto d’ingresso è acquistabile online9 euro a persona.

notte-rosa-2015

Non si può certo dire che il 2015 sia iniziato sotto i migliori auspici, da ogni punto di vista. Senza volerci addentrare in eventi luttuosi e sconvolgenti, ci limitiamo a dedicare un piccolo omaggio a Pino Daniele accompagnandolo con qualche curiosità interessante sulla bevanda più amata dai napoletani (e non solo!). Di poche ore fa è la notizia che la torinese Lavazza avrebbe messo sul piatto, anzi, nella tazzina un’offerta di 600 milioni di euro per acquisire i marchi francesi L’Or e Grand Mère, a dimostrazione che il caffè non conosce davvero crisi. E una testimonial inaspettata arriva addirittura dal tennis: ha fatto sensazione a Perth lo show della numero uno del mondo Serena Williams, che nel corso di una partita della Hopman Cup contro Flavia Pennetta ha chiesto e ottenuto un caffè doppio prima di riprendere il gioco e ribaltare il risultato, vincendo il match in tre set. Peccato che la Williams sia poi stata travolta nel turno successivo: forse la qualità dell’espresso in Australia non è poi così buona… Di caffè, infine, si parlerà approfonditamente al SIGEP di Rimini, il salone internazionale della gelateria, pasticceria e pianificazione che si svolgerà nella Fiera della città romagnola dal 17 al 21 gennaio e anche quest’anno includerà la Rimini Coffee Expo. Il prezzo del biglietto d’ingresso, riservato ai soli operatori, è di 55 euro.

caffè

Fate il Piennolo

17 luglio 2014

Se state programmando un weekend all’insegna del buon gusto, munitevi di un taccuino molto capiente: sono in arrivo giorni “caldissimi” per sagre e manifestazioni enogastronomiche su tutto il territorio italiano. Impossibile non citare la Sagra del Piennolo del Vesuvio che si svolgerà a Cercola, in provincia di Napoli, dove da venerdì 18 a domenica 20 luglio il succulento pomodoro campano verrà celebrato con una serie di piatti a tema (pizza fritta, caprese, gnocchi al ragù di mare, freselle e così via) oltre che con giochi e spettacoli musicali. Sapori decisamente più nordici a Belforte (Mantova): da venerdì 18 a lunedì 21 luglio c’è la Sagra della Rana e dal Stracott d’Asen (stracotto d’asino), due celebri piatti della tradizione locale qui riproposti insieme a risotto alla belfortese, pesce gatto fritto, sbrisolona e molto altro. A Roviano, in provincia di Roma, sabato 19 a partire dalle 19 è in programma invece la Sagra dei Cuzzi: altro non sono che una tipica pasta artigianale condita con aglio, olio, pomodoro, pecorino e peperoncino. Amanti della carne? Nessun problema: a Jesolo (Venezia) vi aspetta, sempre sabato, la finale di Griglie Roventi, campionato del mondo di barbecue per coppie di cuochi rigorosamente amatoriali. E per finire non poteva mancare il vino: da venerdì a domenica il quartiere Borgo San Giuliano a Rimini ospita P.assaggi di vino, manifestazione dedicata alle eccellenze DOC romagnole, con la possibilità di degustare i prodotti di 27 cantine della zona (10 euro per 4 assaggi) accompagnati da pesce azzurro al cartoccio o fritto, selezioni di carni e altri piatti tipici.

Segnato tutto? Non dimenticate che nella nostra pagina Eventi vi aspettano molti altri suggerimenti validi…

piennolo

Se siete fan di Federico Fellini oggi è il vostro giorno fortunato: correte a Rimini entro questa sera (venerdì 21 febbraio) e cominciate a pregustare la magica serata A tavola con Fellini, organizzata dal ristorante La Marianna. Un’occasione veramente imperdibile perché oltre a riproporre le ricette tradizionali di Maddalena, sorella del regista, la trattoria riminese offre l’opportunità di incontrare dal vivo l’adorata nipote di Federico, Francesca Fellini, che alla cucina di famiglia ha dedicato un libro. L’autrice presenterà personalmente tutti i piatti della serata a partire dalla “prefazione” dedicata all’antipasto più essenziale e genuino possibile: la rosetta con la mortadella. Seguiranno alicette agli agrumi, lumachine di mare, tagliatelle con vongoline dell’Adriatico, brodetto e mele alla crema, tutte pietanze amatissime dall’autore di 8 e 1/2 e Amarcord. Il menu completo costa 38 euro, bevande incluse, e comprende anche una copia del libro in omaggio ogni due partecipanti. Per informazioni e prenotazioni telefonare al numero 0541-22530.

fellini

Questione di sfumature

8 marzo 2013

Non finisce mai di stupirci l’Osteria de Borg di Rimini, che dal suo inesauribile cilindro stavolta tira fuori un evento dal sapore… letterario, se così si può dire: le Tre Sfumature di Pizza che il ristorante romagnolo proporrà domenica 10 marzo a partire dalle 18 sono infatti un chiaro riferimento a uno dei bestseller di maggior successo degli ultimi anni. I paralleli, per fortuna, finiscono qui: le sfumature in questione sono solo tre gustosissimi frutti del forno a legna. Prima le focacce farcite, preparate con farina biologica di monococco (anche detto “piccolo farro”); poi le pizze farcite con prodotti dei Presìdi Slow Food; per chiudere, pizza dolce con nutella e crema inglese. Il tutto accompagnato, manco a dirlo, dalla birra artigianale Amarcord. Il prezzo? Appena 15 euro a persona. Se siete dalle parti di Rimini, approfittatene prenotando ai numeri 0541-56074 o 335-7696583!

pizzafarcitasupala

Coppetta del Mondo

16 gennaio 2013

L’acronimo SIGEP è abbastanza facile da sciogliere: Salone Internazionale della GElateria e Pasticceria artigianali. Per fortuna ci si è fermati qua, altrimenti per parlare della storica manifestazione che si tiene ogni anno a Rimini ci vorrebbe uno scioglilingua: con gli anni, l’attesissimo festival romagnolo che si svolgerà da sabato 19 a mercoledì 23 gennaio (9.30-18.30) ha inglobato i più importanti eventi relativi alla panificazione, al caffè, al cioccolato, alla pizza e ai dolci; come se non bastasse, da quest’anno la fiera – giunta alla sua ventiquattresima edizione – incorpora anche A.B. Tech Expo, salone delle tecnologia e prodotti per panificazione, pasticceria e dolciario, la cosiddetta “Arte Bianca”. Insomma, un mega evento da sedici padiglioni e 120.000 persone, anche se esclusivamente operatori (il biglietto costa 31 euro a persona). Moltissimi, come di consueto, gli eventi in programma: tra i più attesi c’è il Gelato d’Oro, competizione dalla quale usciranno i componenti della squadra italiana che parteciperà alla Coppa del Mondo di Gelateria, in calendario sempre al SIGEP nel 2014. Da non perdere anche il Campionato Mondiale di Pasticceria Juniores, il concorso The Star of Sugar per artisti dello zucchero e la Golden Bread Cup, affascinante competizione tra cinque nazioni incentrata sulla produzione del pane tradizionale.

sigep

Diario di Borgo

22 novembre 2012

Spiagge, locali notturni e divertimenti sfrenati: Rimini non è solo questo e le Locuste lo sanno bene, viste le belle esperienze culinarie del passato. La benemerita Osteria dë Börg, uno dei migliori indirizzi della città, è instancabile promotrice di eventi e rassegne a carattere gastronomico, e mette lo zampino anche in quella al via questa sera: Un Borgo da Bere, rassegna di degustazioni vinicole in 10 locali del Borgo San Giuliano, antico quartiere di pescatori da tempo in fase di riqualificazione. Ogni giovedì, fino al 20 dicembre, verranno proposti aperitivi a tema enologico: si comincia proprio stasera, 22 novembre, con “Il giromondo di bollicine” (dal Prosecco allo champagne), per poi continuare il 29 novembre e il 6 dicembre con rossi e bianchi internazionali, il 13 dicembre con diverse varietà di Sangiovese e il 20 dicembre con Nebbiolo, Sassella e Moscato.
Approfittiamo intanto dell’occasione per segnalarvi che abbiamo pubblicato (per i nostalgici…) nuove foto del Salone del Gusto dello scorso ottobre, mentre su Facebook uno dei nostri fan – con i dovuti tempi di recupero – ha pubblicato alcune belle immagini dell’ultimo pranzo stagionale al Crotto da Gusto: buona visione!

Spiagge, ombrelloni, pedalò, gelati e granite, auto di lusso e bellezze in bikini, sfrenate nottate nei locali notturni e acque dal colore e dall’odore indefinibili: certo, l’estate a Rimini è tutto questo e anche molto di meglio o di peggio, a seconda dei punti di vista. Però anche i moderni “vitelloni”, presto o tardi, devono pur mangiare, e di conseguenza sulla Riviera fioriscono i ristoranti, talvolta anche pretenziosi, le pizzerie o i chioschetti in cui rifocillarsi durante l’infuocato weekend. Già in passato vi avevamo proposto soluzioni culinarie di alto livello nella città di Paolo e Francesca: questa volta restiamo su locali più “terra terra” ma non per questo disprezzabili, come il Ristorante Basilico (direttamente sulla spiaggia) o il ben noto Amerigo. Siamo anche tornati al Ristorante Adriatico, già recensito lo scorso anno, per testarne la nuova gestione. Volete farvi un quadro più completo della situazione? Non vi resta che visitare la pagina dei ristoranti di Rimini