Finché la Barchetta va

4 luglio 2016

Siamo in debito di aggiornamenti sulle nostre avventure gastronomiche in giro per l’Italia, e c’è un buon motivo: la scorsa settimana ci ha visto infatti peregrinare in quel dell’Umbria, nei dintorni della splendida Assisi (ricca d’arte e di storia ma anche, com’è facile immaginare, di suggestioni culinarie). Prima delle recensioni più sostanziose è però doveroso un update su un ristorante che non smette di stupire: passano gli anni, ma la Trattoria Barchetta di Campogalliano (Modena) continua a mantenersi tra i top di gamma per qualità degli ingredienti, cura nel servizio e attenzione alla cucina tradizionale. La sua posizione a un passo dall’autostrada la rende una tappa assolutamente obbligata per chiunque si trovi a passare dall’Emilia e ogni volta ne vale la pena: come non concedersi un assaggio di favolosi salumi (dalla culaccia al crudo) o di gramigna con salsiccia, per non parlare della celeberrima zuppa inglese? Se volete saperne di più non vi resta che leggere la nostra recensione completa: sappiate comunque che, anche in questo caso, l’esperienza è stata del tutto soddisfacente.

20160627_125646

Che vita Grama

5 febbraio 2015

Fare un viaggio a Modena e tornare insoddisfatti dal punto di vista gastronomico è praticamente impossibile, come testimoniano anche le nostre ripetute incursioni nel cuore dell’Emilia: ogni indirizzo ha qualcosa da offrire, ogni porta nasconde qualche prelibatezza culinaria. L’Antica Grama è un locale piuttosto anonimo per aspetto esteriore e location, a cui forse altrove non si concederebbe neppure una chance; eppure, appena varcata la soglia d’ingresso, si resta travolti da un’alluvione di piatti tipici che metterebbe a dura prova anche il più allenato degli stomaci. Gnocco fritto e tigelle, accompagnati da salumi di prima qualità e dal famoso lardo pestato, sono uno dei cavalli di battaglia della casa; al loro fianco però c’è un interminabile elenco di primi e secondi piatti che uniscono la tradizione a qualche tocco di esotismo (c’è persino il filetto di canguro!). Leggete la nostra recensione completa per saperne di più!

grama

Tour de force

16 aprile 2013

Il percorso è già cominciato sabato scorso a Cremona, ma niente paura: si proseguirà fino al prossimo 30 giugno con una serie di tappe “forzate” a suon di assaggi e degustazioni. Stiamo parlando di Cantine in Tour, l’evento itinerante ideato da Edicta per promuovere i prodotti vinicoli di oltre 30 aziende provenienti da 15 regioni italiane (dalla Liguria alla Sardegna); alcune hanno approfittato del recente Vinitaly per rimanere in… zona e presentarsi direttamente al primo appuntamento in piazza Stradivari. Da venerdì 19 a domenica 21 aprile si replica a Modena, in Piazza Grande: la caratteristica di questo mini-giro d’Italia  è infatti quella di alternare una tappa lombarda con una emiliana (le successive saranno a Cinisello Balsamo, Fidenza, Bologna, Cantù, Rovato e Carpi). L’ingresso alla manifestazione costa 5 euro ed è comprensivo di calice e tracolla; non mancheranno gli stand gastronomici e le degustazioni guidate a cura dell’attore-sommelier Rocco Antonio Buccarello. Sul sito ufficiale l’elenco completo delle cantine partecipanti.

cantineintour

Pedalare senza fretta

14 maggio 2012

In questi giorni gli occhi di tutti gli appassionati di ciclismo sono puntati sulla nuova edizione del Giro d’Italia, ma c’è anche chi corre con meno fretta e con… più gusto, soprattutto in provincia di Modena. A Castelvetro, in particolare, l’associazione Castelvetro V.I.T.A. promuove come ogni anno la Graspalonga, dedicata agli amanti delle due ruote (a pedali!) e del buon vino. La vera e propria Granfondo si è corsa ieri, ma l’appuntamento che ci riguarda più da vicino è quello di domenica 20 maggio con la Graspalonga Gourmet: un facile percorso di circa 2 ore e mezza in bicicletta, dalle 9.30 alle 12, attraverso i colli emiliani, con 4 soste presso altrettante aziende agricole della zona per la degustazione di Lambrusco Grasparossa e prodotti tipici locali. E per chi preferisce i piedi c’è “Quattro passi tra le colline del Lambrusco“, 7 km di camminata dalle 14.30 alle 18.30, anche qui con una pausa golosa all’Agriturismo San Polo. L’iscrizione costa rispettivamente 8 e 4 euro, mentre i bambini fino a 14 anni possono partecipare gratis.

Piccola città

1 febbraio 2012

A Modena si può andare per molti motivi, e il richiamo della buona cucina non è certo l’ultimo. Se poi il pranzo si combina con uno spettacolo teatrale compreso nel prezzo, tanto meglio… Tutto accade grazie alla signora Ada, che ormai da 35 anni intrattiene i suoi clienti con un consumato repertorio di facezie e lazzi non troppo velatamente allusivi, interpretando alla perfezione il personaggio della classica “volgare matrona” emiliana, per usare le parole di Guccini. Dietro la maschera, però, la titolare è una donna di fervida intelligenza, con opinioni originali sulla ristorazione e, soprattutto, un gran talento ai fornelli. La sua Hostaria La Frasca, che tra l’altro si trova a due passi dalla stellatissima Osteria Francescana di Bottura, l’avevamo già visitata qualche anno fa: ora potete leggere la recensione aggiornata.
Non è finita, però: siamo tornati anche alla Trattoria Barchetta di Campogalliano, che si conferma ancora una volta uno dei templi delle eccellenze gastronomiche emiliane, a suon di Lambrusco e di filetti all’aceto balsamico. E nei prossimi giorni, updates a parte, vi regaleremo anche una recensione modenese nuova di zecca… non perdetevela!

Uno zampone di 500 anni

2 dicembre 2011

Tris di appuntamenti per un weekend nel segno del buon gusto. Andiamo con ordine e cominciamo da Chieti, dove già oggi è stato inaugurato il Chocofestival che proseguirà fino a domenica 4 dicembre: ovviamente il protagonista è il cioccolato in tutte le sue forme, con stand di degustazione dalle 10 del mattino in poi e gli originali massaggi al cioccolato. Sabato 3 dicembre ci si sposta a Modena per una celebrazione molto particolare: quella dei 500 anni di Zampone e Cotechino IGP, festeggiati con la partecipazione degli chef del Consorzio Modena a Tavola e il cooking show di un ospite d’eccezione come Massimo Bottura. In serata lo show a ingresso libero dell’attore Claudio Lauretta. Infine, sempre il 3 dicembre, sei regioni italiane (Friuli, Lazio, Puglia, Sicilia, Umbria e Veneto) dedicano una giornata al turismo del vino: il Sabato On Wine porterà centinaia di turisti nelle cantine per degustazioni e visite guidate.

Un’ultima nota per i lettori: il prossimo numero della nostra newsletter sarà inviato lunedì 5 dicembre. Iscrivetevi qui!

Non è Francesca

28 novembre 2011

Se non vi siete ancora seduti fatelo subito, perché la notizia è di quelle che potrebbero mettere a rischio il vostro equilibrio. Il soggetto è Massimo Bottura, il cuoco più “in” del paese, la star incontrastata dei fornelli, la new entry nel club delle tre stelle Michelin e addirittura il più grande chef al mondo secondo i maestri parigini: ebbene, sabato 26 novembre il fondatore dell’Osteria Francescana ha aperto a Modena, in via Vignolese, il nuovo bistrot “Franceschetta 58“, inaugurato in grande stile tra signore impellicciate e enfants prodige della gastronomia. La formula è sconvolgente: ogni piatto del menu, dall’antipasto al dolce, costa 7 euro, per dare la possibilità a tutti i clienti di assaggiare più specialità. Non sarà una scelta inedita, come sottolinea lo stesso Bottura che si richiama allo Chateaubriand di Parigi, ma per il piccolo mondo della ristorazione italiana è senza dubbio una rivoluzione: il problema, come al solito, è valutarne la portata. Geniale atto di rottura o “ruffianata” commerciale, strategia di comunicazione o brillante operazione anti-crisi? O, per riassumere, quanta strada c’è tra Bottura e Marchesi?

(foto dal sito www.daringtodo.com)

In bocca alla Lupa

26 maggio 2010

Il nome non inganni: siamo ben lontani dall’Urbe, e Romolo e Remo non c’entrano nulla. Ma l’Agriturismo “La Lupa”, a metà strada tra Bologna e Modena, è un luogo che per bucolica pace ha poco da invidiare ai sette colli romani. Al di là di tutti i comfort offerti dalla struttura (dalla piscina al campo da golf) a noi interessa soprattutto il menu del ristorante, che a prezzi assolutamente competitivi – 32 euro per un pasto completo – mette in scena tutto il meglio della tradizione locale: parmigiano reggiano, ciccioli, rosette alla modenese, tagliata al rosmarino e così via. Ottime e abbondanti tutte le porzioni, molto curato anche il servizio: il locale merita sicuramente una visita. Leggete la nostra recensione per saperne di più!

Roba da museo

14 aprile 2009

Anche quest’anno l’Assessorato alla Cultura della Provincia di Modena organizza Musei da Gustare: sabato 18 e domenica 19 aprile (con una succulenta anteprima venerdì) i musei del territorio ospiteranno eventi musicali, letterari, artistici, teatrali e soprattutto gastronomici, offrendo per di più un ingresso gratuito o ridotto.
Alcuni esempi: venerdì a Carpi inaugurazione della mostra “Pop art e fast food, riflessioni sulla cultura americana”; sabato a Modena incontro dal titolo “Il maiale, scritto e mangiato“, e a Campogalliano degustazione di tè cinese; domenica a San Felice assaggi di Parmigiano Reggiano, e così via.
Qui il programma completo.
120x120px-cover

Lavori in corso

17 marzo 2009

Procedono alacremente gli aggiornamenti del nostro sito.
Per il momento abbiamo rivisto la recensione della Trattoria “Barchetta” di Campogalliano, in provincia di Modena, dove siamo tornati dopo quasi due anni. Pubblicata anche la recensione del Ristorante “del Fagioli” di Firenze. Stay tuned!

campogalliano