Aria di Casarìa

16 febbraio 2016

La seconda edizione di Gusto, la Biennale dei sapori e dei territori, si svolgerà a Venezia soltanto nell’ottobre 2017, ma il lungo e… stuzzicante percorso di avvicinamento è già cominciato. Per anticipare l’attesissima manifestazione sono infatti previsti tre eventi tematici nel corso del 2016: il primo è Casarìa – Cheese in Venice, in programma nel capoluogo veneto da sabato 20lunedì 22 febbraio. Al di là del prestigioso abbinamento, l’evento ha già di per sé tutti i numeri per attirare i visitatori: per tre giorni, dalle 10 alle 19, un padiglione da 200 mq a ingresso libero ospiterà produttori provenienti da tutta Italia e anche dall’estero, che offriranno in degustazione e vendita formaggi di alta qualità. La location scelta, Campo San Geremia, non è certo casuale: da metà Cinquecento, infatti, proprio nella zona di Rialto si svolgeva il mercato cittadino, suddiviso in aree ben precise identificabili grazie a specifiche insegne o “nizioleti“: Erbaria, Naranzeria, Beccaria, Pescheria e appunto Casaria. La manifestazione, organizzata in collaborazione con Onaf e AEPE (Associazione Esercenti Pubblici Esercizi di Venezia), prevede anche una serie di laboratori di degustazione, incontri professionali (concentrati nella giornata di lunedì) ed eventi “fuori salone”; domenica alle 10.30 a Palazzo Flangini è in programma anche la presentazione del libro “Caesus, il grande libro dei formaggi italiani” di Renato Brancaleoni.

casaria-venezia-2

Annunci

Formaggio, fatti ammazzare

18 settembre 2015

Tra i tantissimi eventi enogastronomici che punteggiano il prossimo weekend ce n’è uno assolutamente da non perdere per gli appassionati di formaggi: la Sagra Nazionale del Gorgonzola, ormai storico appuntamento dedicato a uno dei prodotti caseari più peculiari d’Italia nella cittadina in provincia di Milano che porta lo stesso nome. Sabato 19 e domenica 20 settembre, dalle 10 alle 23, le vie del centro storico (assai più suggestive di quanto si è abituati a vedere nella periferia milanese!) ospiteranno punti di ristoro, stand di degustazione e mercatini incentrati naturalmente sul celebre formaggio. Le specialità locali si potranno acquistare attraverso il Gorgopass, una tessera che per 10 euro consente di degustare due piatti a scelta (tra questi il risotto rosa, le lasagne al gorgonzola e funghi e naturalmente la polenta e zola) e di acquistare il gorgonzola a prezzo scontato. In più, l’Osteria Pro Loco offrirà un menu completo alla carta e i commercianti del centro presenteranno le proprie creazioni a base di gorgonzola, dagli aperitivi al gelato. Nel programma anche concerti, mostre e attività di animazione per bambini.

gorgonzola

Nel blu dipinto di blu

30 settembre 2014

Vi siete persi la sedicesima edizione della Sagra Nazionale del Gorgonzola? Anche noi, purtroppo. Ma l’omonima cittadina in provincia di Milano riserva sempre belle sorprese per gli amanti dei formaggi. E così venerdì 3 ottobre, nell’ambito della rassegna Infiniti Blu, alle 20.45 andrà in scena “Blu, Blues & Beers“, un imperdibile appuntamento musicale-gastronomico per stuzzicare le orecchie e il palato degli appassionati. All’Auditorium Oberdan di Gorgonzola le calde atmosfere del blues accompagneranno la degustazione di formaggi blu provenienti dalle principali realtà casearie d’Italia e, tanto per giustificare anche la terza “B”, delle migliori birre artigianali del nostro paese. L’ideale per soddisfare tutti e cinque i sensi in una volta sola! Il costo della serata è di 20 euro a persona, 15 per i soci Slow Food. Prenotazione obbligatoria: per maggiori informazioni visitare la pagina dell’evento.

blubluesbeers

Tenersi in forma(ggio)

3 ottobre 2013

Tremate al pensiero di esservi persi l’edizione 2013 della Furmagiàda? E invece è in arrivo una bella sorpresa: come ci racconta VareseNews, il tradizionale percorso enogastronomico di Sumirago, previsto per domenica scorsa, è stato rinviato per il maltempo e si svolgerà regolarmente domenica 6 ottobre. Per tutti è quindi ancora possibile cimentarsi nell’itinerario di cinque tappe, in partenza alle 11 dall’oratorio di Caidate: ogni sosta corrisponde ovviamente a una degustazione, e i “viandanti” incontreranno in successione formaggi e vino, polenta e gorgonzola, costine e salamini, frutta di stagione e cannoli siciliani. La partenza avverrà a gruppi di 50 persone; il costo dell’iscrizione è di 20 euro per gli adulti e 8 euro per i ragazzi dai 6 ai 12 anni; informazioni allo 0331-270393 o sulla pagina Facebook dell’evento. In caso di ulteriore maltempo, il percorso si effettuerà comunque a bordo di un bus navetta, con il ristoro in luoghi protetti. Quasi quasi c’è da sperare che piova ancora…

furmagiada

Vuol Ballabio con me?

18 aprile 2013

Scoprire il taleggio e gli altri prelibati formaggi della Valsassina attraverso un percorso gastronomico a tappe, tra assaggi e dimostrazioni pratiche: si può fare domenica 21 aprile a Ballabio, in provincia di Lecco, durante la settima Fiera del Taleggio organizzata dalla Pro Loco. Il programma è semplice: si parte dalla sede di via Confalonieri per una visita guidata attraverso le vie del paese, tra gli stand gastronomici che offriranno i tipici formaggi locali in abbinamento con vino, olio, miele e altri prodotti del territorio. Al parco Grignetta sono previste dimostrazioni di mungitura delle mucche e di preparazione del Taleggio. Le visite si svolgono dalle 10 alle 18 (anche in caso di maltempo) mentre la biglietteria è aperta fino alle 16, ma conviene prenotare il biglietto on line per avere diritto al prezzo scontato di 7 euro (anziché 10).

taleggio

Mamma, li francesi!

20 settembre 2011

160.000 persone che si spostano dalla Francia all’Italia possono far pensare a una recrudescenza dell’invasione napoleonica, ma per fortuna le cose non stanno così (almeno per il momento): i “cugini” d’Oltralpe sono venuti in pace, anche se molto, molto affamati. Questa imponente massa di visitatori si è infatti riversata nello scorso weekend a Bra per la nuova edizione di Cheese!, la manifestazione dedicata da Slow Food a formaggi e latticini, che quest’anno aveva come ospite d’eccezione proprio la Francia. La cittadina piemontese ha accolto senza scomporsi i “gastroturisti”, che hanno potuto apprezzare non soltanto i prodotti di casa propria, ma anche quelli locali: grande successo per i nuovi Presìdi Slow Food, come il caciocavallo di Cimìna (Reggio Calabria) del quale sono stati consumati ben 6 quintali, o il formaggio d’alpeggio di Mavrovo Reka, in Macedonia.
Oggi, a chiusura della manifestazione, sono stati premiati i Locali del Buon Formaggio, scelti in tutta Italia tra osterie, ristoranti e negozi; prima della cerimonia, sono state messe all’asta a scopo benefico tre annate speciali (1996, 1997 e 1998) di bitto storico. Il ricavato, oltre 5000 euro, andrà a finanziare il progetto Mille Orti per l’Africa.

Hai voluto la bicicletta?

15 settembre 2011

Mangiar bene è un po’ come andare in bici: una volta imparato, non si dimentica più come si fa. E le due passioni si possono anche coniugare, per esempio con la Mangia, Bevi e Bici, uno degli appuntamenti gastronomici più interessanti del prossimo fine settimana: domenica 18 settembre i cicloturisti di tutta la provincia di Varese, e non solo, si ritroveranno a Ispra per la partenza della pedalata non competitiva. Il circuito si snoda per 31 chilometri tra le colline e il Lago Maggiore: per completarlo ci sono 5 ore di tempo, che non sono poi molte se si considera che lungo il percorso ci sono ben dodici punti di sosta dove assaporare i deliziosi prodotti tipici della zona. Iscrizioni fino a domani alle 12, il costo è di 25 euro per gli adulti e 15 euro per i ragazzi under 15.
Cogliamo l’occasione per ricordarvi che venerdì 16 settembre prende il via anche Cheese!, la manifestazione biennale dedicata da Slow Food al mondo dei formaggi: per chi non potesse recarsi a Bra, la pagina Facebook dell’associazione sarà aggiornata in tempo reale con notizie, foto e video fino a lunedì 19.

Una mucca sui binari!

25 febbraio 2011

Niente paura, nessun pericolo di deragliamento: la mucca è quella di Switzerland Cheese Marketing, consorzio che riunisce produttori e esportatori di formaggi svizzeri, e da mercoledì 2 fino a domenica 5 marzo sarà alla Stazione Centrale di Milano per promuovere il primo “cheese bar” italiano. In vendita, naturalmente, una serie di prodotti a base di formaggio: al posto del classico hot dog ecco l’Hot Fondue, ripieno di fonduta calda di gruviera. Per i più golosi c’è la borsa termica Swiss Box con emmental, gruviera, Sbrinz e Appenzeller, accompagnati da marmellata di fichi; e infine la vera “perla”, il celebre formaggio tondo Tête de Moine da tagliare a riccioli con l’apposita girolle. Dopo la tappa milanese il tour si sposterà nelle stazioni di Napoli Centrale (9-12 marzo), Roma Termini (16-19 marzo) e Torino Porta Nuova (23-26 marzo). Il cheese bar è aperto ogni giorno dalle 11 alle 20: cercate, almeno voi, di arrivare in orario…

Al mare o al Montébore

15 luglio 2010

Chi non conoscesse il Montébore faccia ammenda e subito dopo si preoccupi di rimediare: stiamo parlando infatti di uno dei più squisiti formaggi italiani, ma anche di uno dei più rari e inconsueti, sia per la sua caratteristica forma a gradoni, sia per la sua composizione (latte misto crudo e caglio naturale), sia soprattutto perché la sua produzione è ripresa soltanto negli anni Novanta dopo quasi vent’anni di “estinzione”. Un’ottima chance per assaggiarlo è la Festa del Montébore 2010 all’Agriturismo Vallenostra di Mongiardino Ligure, in provincia di Alessandria: nell’occasione si ritroveranno insieme tutte le famiglie che hanno scelto di “adottare” una delle pecore dell’agriturismo, al modico prezzo di 100 euro all’anno (gli ultimi esemplari sono ancora disponibili). La festa, comunque, è aperta a tutti e si svolge ogni domenica a partire dall’11 luglio: dalle 9 alle 10.30 visita alle pecore presso la stalla di Grondona e colazione con focaccia, salame e vino, poi si potrà assistere alla preparazione del formaggio e infine dedicarsi al pranzo a partire dalle 13. Il tutto al prezzo di 28 euro (gratis per i “genitori adottivi”).

Like a rolling cheese

18 giugno 2010

Davanti a una bella forma di formaggio da un chilo il vostro primo impulso è quella di lanciarla il più lontano possibile? Speriamo vivamente di no, ma anche queste inclinazioni perlomeno singolari possono essere premiate se si tratta di partecipare alla settima edizione della Rolling Cheese Cup, in programma domenica 20 giugno nella splendida tenuta dell’azienda agricola Travaglino a Calvignano, in provincia di Pavia. Il lancio del formaggio, che avviene con l’aiuto di uno spago o una fettuccia, è in realtà un vero e proprio sport con tanto di regolamento: consultare il sito dell’associazione sportiva Lu Ciapè per credere. La cosa si fa ancora più interessante se si considerano la cornice, le verdi colline dell’Oltrepò, e soprattutto la conclusione dell’evento: i formaggi utilizzati per la gara verranno “spaccati” e degustati con l’accompagnamento dei vini della cantina. Tra i quali, per esperienza personale, consigliamo l’ottimo Campo della Calastrega.