Malto di Malta

Tra i tanti eventi organizzati dal benemerito Enopub Il Barbaresco di Legnano, ve ne segnaliamo uno assolutamente da non perdere, se non altro per l’originalità del tema. L’appuntamento di venerdì 15 aprile alle 20.45 con il ciclo “A cena con il birraio” è infatti un’occasione più unica che rara per degustare la prima e unica birra artigianale dell’isola di Malta: quella del birrificio Lord Chambray, che sarà presente con il fondatore e aiuto-birraio Samuele D’Imperio. Se non bastasse, sappiate che la serata sarà presentata dal mito della divulgazione brassicola, Lorenzo Dabove detto Kuaska, e che prevederà la degustazione di 4 birre abbinate ad altrettanti piatti dal menu del locale: la blanche Blue Lagoon con la soppressata marchigiana all’arancia, la blonde Golden Bay con lasagne alle verdure di stagione, la English IPA San Blas con costine di agnello alla griglia e la stout Fungus Rock con pudding ai marron glacé e salsa di cioccolato. Il tutto ha un costo di 30 euro a persona. Che altro dire? Affrettatevi a prenotare contattando lo 0331-459630 o scrivendo una mail!

san_blas_test_det

 

Annunci

Animelle salve

Diciamo Cena del Quinto Quarto e non dovrebbe esserci bisogno di aggiungere altro: l’evento organizzato dalla benemerita Confraternita dei Grass è ormai un must per tutti coloro che amano i piatti a base di interiora bovine e suine (e anche i più scettici farebbero bene a scoprirle al più presto). Anche nella serata di venerdì 19 febbraio abbiamo avuto la fortuna di essere ospiti dei nostri amici piacentini per una cena da leccarsi i baffi: davvero regale la location, l’Antica Locanda del Falco all’interno del magnifico Castello di RivaltaGazzola. E spettacolare il menu, con protagoniste assolute le animelle di vitello in due versioni: al Marsala e impanate con salsa di peperoni. Per chiudere, come recitava il sottotitolo “Frattaglie e frittelle“, una corposa razione di dolci di Carnevale e non solo. Se volete saperne di più, leggete la nostra recensione… e non mancate alla prossima edizione!

WP_20160219_22_29_09_Pro

Un brindisi alla vodka

Troppo tardi per festeggiare il Capodanno? Assolutamente no, se si tratta del Capodanno ortodosso, che si celebra (anche se non più ufficialmente) nella notte tra il 13 e il 14 gennaio. E se qualche piccolo problema logistico impedisce di andare fino in Russia, nessun problema: la Trattoria La Marianna di Rimini ha pensato anche a questo, strizzando l’occhio ai numerosi turisti russi che frequentano la riviera romagnola con una cena tipica studiata dallo chef Nikita Sergeev, in programma per la serata di mercoledì 13. Il corposo menu comprende tra l’altro l’immancabile insalata russa, aringa in pelliccia, maialino da latte e mirtilli, satsivi (un piatto della tradizione caucasica), ukha (zuppa tradizionale di pesce), coscia d’anatra con mele e patate. La serata sarà allietata, oltre che da abbondante vodka, anche dai racconti di Natalia Medved sulle tradizioni russe. La cena ha un costo di 45 euro a persona: per prenotare contattare il numero 0541-22530.

capodanno_ortodosso

Una cassa di Rurale

Ricorderete certamente la prima cena birraria organizzata un mese fa dall’enopub Il Barbaresco di Legnano, e se non la ricordate rinfrescatevi la memoria con il nostro reportage. Ve ne riparliamo perché questa sera, venerdì 28 febbraio, l’appuntamento si rinnova: stavolta il locale legnanese ospita Lorenzo Guarino, titolare del pluripremiato Birrificio Rurale, che presenterà in prima persona le sue creazioni abbinate a quattro piatti da leccarsi i baffi. Nel dettaglio: battuta di carne cruda con Seta Special, risotto giallo alla milanese con Reset, maialino da latte arrosto con Terzo Miglio e tiramisù fondente con Blackout, il tutto per 28 euro a persona. Non chiedeteci se ci sono ancora posti liberi, perché non lo sappiamo: piuttosto visitate la pagina dell’evento su Facebook o, meglio ancora, contattate il numero 0331-459630 per ulteriori informazioni. Dovesse andar male, non disperate: il 28 marzo tocca al birrificio Brewfist…

rurale

HUBriacatevi di cioccolato

Segnalazione last minute per un evento che avrà luogo questa sera, martedì 14 gennaio, al The HUB Hotel di Milano (zona Certosa, a due passi dall’uscita dell’autostrada): a partire dalle 20 il Mirror Lounge & Restaurant dell’albergo milanese ospiterà ChocoHUB, una cena-evento interamente dedicata al cioccolato, a cui è possibile partecipare al costo di 45 euro a persona (bevande comprese). Il menu confezionato dagli chef Sandro Mesiti e Paolo Caridi comprende pietanze come angus affumicato su letto di valeriana e massa di cacao, ravioli di cacao al fior di burro e timo, bocconcini di maiale in agrodolce con grue di cacao… Il tutto a base di cacao Barry di Callebaut, direttamente dal Belgio, e di cioccolato modicano biologico Sabadì. La cena sarà preceduta da un laboratorio di cioccolateria curato da Stefan Krueger (alle 18) e da un aperitivo a buffet alle 19.30. Se volete concedervi questo lusso, siete ancora in tempo a contattare lo 02-78627000; altrimenti vi rimandiamo a uno dei prossimi appuntamenti mensili che The HUB dedica all’enogastronomia, identificati dall’hashtag #mirrorslurp.

The-Hub-mirror-Restaurant1

Gemellati

Cos’hanno in comune Busto Arsizio e Mantova? Sicuramente non la gastronomia, verrebbe da dire, dato che c’è un abisso tra le poche e misconosciute specialità culinarie bustocche e le celebrate eccellenze della tavola virgiliana. E invece, per uno scherzo del destino, le due città agli estremi opposti della Lombardia si… esplorano a vicenda con due eventi paralleli nel giro di pochi giorni. Mercoledì 21 marzo, infatti, il circolo Arci Fuzzy di Mantova ospita la degustazione di birre artigianali Luppoliamo, accogliendo tra gli altri anche i prodotti di un birrificio che conosciamo bene: l’Orso Verde di Busto Arsizio, presente con la sua “Rebelde”. Giovedì 29 marzo, però, il favore viene ricambiato: all’Osteria La Rava e la Fava di Busto Arsizio è in programma una cena mantovana a base di grepoli, salame, risotto al pist, cotechino, sbrisolona e altre specialità della zona, a un prezzo speciale di 35 euro a persona. Il tutto all’insegna di un insospettabile gemellaggio…

Tovaglie rosse

Lo sanno tutti, la storia non si fa solo sul campo di battaglia ma anche a tavola. E Peppino Garibaldi, grande estimatore della cucina italiana, sarebbe stato senz’altro d’accordo: non a caso esiste anche una guida enogastronomica a lui dedicata, “Qui mangiava Garibaldi” di Paolo Paci, edita da DeAgostini. Anche l’associazione Piemonte con Gusto dà il giusto tributo alle passioni gastronomiche dei mille: domani, sabato 2 luglio, a Fontaneto d’Agogna (Novara) è tempo di “Storia e storie“, una serata interamente dedicata al Risorgimento novarese e alle sue implicazioni culinarie. Si comincia alle 19 con la tavola rotonda (nome non casuale) tra il giornalista Massimo Novelli, la storica Silvana Bartoli e l’editore Carlo Robiglio: il tema ovviamente è “L’impresa dei Mille… in piazza e a tavola“, in occasione del 150° dell’Unità d’Italia. Dalle 20 in piazza Unità d’Italia si potrà gustare l’aperitivo in musica, seguito alle 20.30 dal “Tagliere e Vini dei Mille” e da una degustazione di cannoli siciliani. L’ingresso è libero, mentre con 35 euro si può partecipare alla cena a tema nel Palatenda, con prelibatezze come fracosta di bue chianino alle erbe rupestri e piacentinu ennese. Prenotazioni al 338-4659749 in orario serale.

(immagine da www.tgcom.it)