Parma d’oro

La storia del cibo, in tutto il mondo, è ricchissima di esempi dell’esportazione di piatti o modelli culinari, anzi possiamo dire che questo sia uno dei meccanismi fondamentali dell’evoluzione gastronomica: basti pensare alla diffusione nel mondo della pizza napoletana. Oggi il meccanismo si è alquanto affinato e si appoggia a strutturate catene di franchising, tanto che per le strade di Milano da anni è possibile imbattersi in rinomate focaccerie palermitane o in tipici ristoranti romani. Nella tipologia rientra naturalmente anche la Salsamenteria di Parma, che non corrisponde neppure a un locale “originale”, ma si ispira alla formula delle vecchie osterie emiliane: vino nella scodellapasta artigianale, succulenti salumi e un’atmosfera abbastanza rustica e spartana. Inevitabile che nel centro di Milano (o addirittura a Cannes Parigi, dove esistono due succursali) la cosa possa suonare un tantino artefatta; ma le materie prime sono quelle originali, dal prosciutto di Parma a specialità meno conosciute come strolghinomariola, e la qualità dei piatti vale un assaggio. Per saperne di più non vi resta che leggere la nostra recensione completa!

20171202_204422

Annunci