Interrompiamo il nostro lungo silenzio per un annuncio importante: habemus fiorentinam! Finalmente siamo riusciti a visitare e recensire il famoso Ristorante dal Toscano di Cergnago, nel cuore della Lomellina: un locale che, tanto per intenderci, vanta prenotazioni per cena da qui fino al mese di aprile. A cosa è dovuto tutto questo entusiasmo? Facile a dirsi: la bistecca alla fiorentina, specialità suprema della cucina, qui mostra tutte le sue qualità in una versione particolarmente succulenta e gustosa. Il resto è contorno, ma che contorno: pappa al pomodorotagliolini al tartufo bianchettopici al ragù di  cinghiale e molto altro. Ne vale davvero la pena, ammesso che si riesca a trovare posto: il consiglio è di puntare sul mezzogiorno, orario appena più abbordabile. Per saperne di più leggete la nostra recensione completa, sperando che sia la prima di una lunga serie anche in un 2017 che fin qui ci ha visto abbastanza inoperosi…

20170121_151136

 

Vi state ancora riprendendo dai bagordi per l’arrivo del nuovo anno? Bene così: è il momento migliore per ripercorrere le imprese di un 2016 magari non indimenticabile, ma ricco di soddisfazioni culinarie per le Locuste e non solo!

Un anno che si apre e si chiude nel segno del prosciutto: la penultima edizione dell’ormai celebre festa Ora ProSciutto si era infatti tenuta eccezionalmente a gennaio, mentre per il 2016 l’evento è tornato a occupare la tradizionale “nicchia” di fine dicembre tra Natale e Capodanno. Da Parma al San Daniele, si è chiuso il cerchio!

img_2913

Il mese di febbraio ci ha visto protagonisti, insieme agli amici della Confraternita dei Grass, della magnifica Cena del Quinto Quarto all’Antica Locanda del Falco di Gazzola; ma è da ricordare anche la “sfida” tra i guru della birra artigianale Kuaska, Teo Musso e Agostino Arioli al Baladin Milano. A marzo invece siamo tornati a Firenze, e qui c’è solo l’imbarazzo della scelta: dai volti amici della Trattoria Mario alle nuove scoperte come Il Magazzino… Aprile è stato come sempre il mese di Vinitaly, ma anche della visita – da lungo tempo attesa – al ristorante friulano Sauris & Borc da Bria di Milano: era ora!

vinitaly2016

Nello stesso periodo siamo stati ospiti di Paolo Ghislandi e della sua Cascina I Carpini, che ci ha regalato tante delizie vinicole, oltre a farci conoscere l’agriturismo Casa Tui. In maggio siamo ovviamente tornati al Crotto da Gusto, nostro locale-totem che abbiamo poi ritrovato a fine ottobre per il pranzo di chiusura della stagione; giugno è stato invece un mese di grandi viaggi, il primo a Bari con le prelibatezze di locali come La Tana del Polpo e Al Sorso Preferito, il secondo ad Assisi e dintorni, dove resta indimenticabile tra gli altri la trattoria Pallotta. A luglio ci siamo concessi poi una lunga rassegna dei crotti della Valchiavenna: ricordiamo tra i migliori il Crotto Ombra e il Crotto Quartino.

20160720_220714

Per riferire della nostra estate basta una parola: Napoli, con i suoi incantevoli panorami, le sue pizze e le sue sfogliatelle… Dall’Antica Pizzeria Port’Alba al ristorante Il Miracolo dei Pesci, un flusso continuo di emozioni gastronomiche. Ma sempre in agosto ci siamo concessi diverse tappe anche in Sardegna, tra L’Imperfetto di Castelsardo e l’ormai classico agriturismo S’Incantu. Il mese di settembre è stato monopolizzato dal grande appuntamento con Terra Madre-Salone del Gusto, per la prima volta outdoor per le vie di Torino: evento controverso e per certi versi deludente, che però ci ha regalato qualche perla di sapore da condividere.

20160925_121337

Gli ultimi mesi dell’anno sono stati quelli meno avventurosi, ma non per questo inoperosi: di ottobre, oltre all’ascesa da Gusto, ricordiamo soprattutto il ritorno all’Osteria Rossini e la piacevole novità del Glass, entrambi a Legnano. Mentre in novembre non possiamo non citare il viaggio a Polesine Parmense per il November Porc, che ci ha portato tra l’altro a scoprire i rustici piatti del Bar Albergo Jolly, ma anche i raffinati vini della Tomasetti Family Winery. E poi il gran finale: un dicembre frizzante con la cucina spagnola del Tapa, la nuova visita all’Osteria dei Vecchi Sapori e i piatti creativi della Cascina del Lupo di Busto Arsizio, preludio a un 2017 di altre grandi abbuffate!

20161211_220419

Fin qui il nostro rapido, ma gustoso excursus sui dodici mesi passati. Una carrellata delle immagini più significative del 2016 la trovate anche sulla nostra pagina Facebook. Ma ora bando alla nostalgia: nuove missioni ci aspettano… vi aggiorneremo al più presto!

A tutti buon anno e buon appetito!