Un formaggio nella fossa

18 novembre 2016

Ci sono cibi il cui fascino va ben oltre il sapore (pur squisito): è il caso del formaggio di fossa, celebre prodotto caseario che ha la peculiarità di essere stagionato per circa tre mesi in tipiche fosse ovali scavate nella roccia e foderate di paglia. La leggenda vuole che si trattasse di una misura di sicurezza per difendere i preziosi formaggi dalle truppe di Alfonso d’Aragona; fatto sta che il sapore che ne deriva è davvero unico. A Talamello, in provincia di Rimini, si trovano oltre 20 fosse destinate alla stagionatura e dunque non stupisce che ogni anno il paese organizzi un’attesissima Fiera del formaggio di fossa: l’appuntamento, giunto alla trentunesima edizione, si rinnoverà sabato 19 domenica 20 novembre, con stand dedicati alla cosiddetta “Ambra di Talamello” e ad altri prodotti tipici della Valmarecchia in tutte le vie del paese. Anche i ristoranti del luogo saranno coinvolti nella rassegna con menu a tema e – novità di quest’anno – sabato dalle 17 si svolgerà la prima edizione di D’Vin Fossa, un percorso di degustazioni enologiche abbinate ai prodotti del territorio (e ai concerti di gruppi locali). Previsto anche un servizio navetta dal vicino centro artigianale di Campiano.

formaggio-di-fossa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...