Ambasciator non porta penne?

17 marzo 2016

Lo ha twittato con grande risalto anche Carlo Cracco: “Un grande momento per la cucina italiana“. Si riferiva alla firma del Protocollo d’Intesa per la Valorizzazione all’Estero della Cucina Italiana di Alta Qualità, stipulato – con tutte le maiuscole – martedì 15 marzo dai Ministri degli Affari Esteri, delle Politiche agricole e dell’Istruzione. Di cosa si tratta esattamente? Il protocollo mira, secondo il Governo, a “valorizzare le eccellenze enogastronomiche italiane” con una serie di iniziative all’estero che nel prossimo biennio coinvolgeranno in particolare sei paesi: USA, Giappone, Cina, Russia, Emirati Arabi Uniti e Brasile, insomma i sei più attraenti partner commerciali, per farla semplice. In questi paesi sarà organizzata a novembre una Settimana della cucina italiana e verranno realizzate master class per promuovere la dieta mediterranea e il cibo italiano; previste inoltre borse di studio per chef Under 30 e giornate dedicate alla nostra cucina in occasione di eventi internazionali come le Olimpiadi di Rio 2016. Il tutto con la partecipazione attiva di alcuni chef – lo stesso Cracco, ma anche Davide ScabinCristina BowermanFulvio Pierangelini e molti altri erano presenti alla Farnesina – che ricopriranno il ruolo di “ambasciatori del gusto”.

Qualche dubbio è legittimo: chi stabilisce quale sia la cucina di “alta qualità”? I grandi chef saranno davvero ambasciatori del cibo italiano o non piuttosto di se stessi? E promuovere star della ristorazione da 40 euro a piatto è davvero il modo migliore per salvare dalla contraffazione i nostri prodotti alimentari? Idee da approfondire, anche se ad avvalorare l’iniziativa governativa va detto che il protocollo è solo una delle iniziative previste nel quadro del Food Act: un progetto che ha obiettivi ambiziosi come il “potenziamento della distribuzione del vero Made in Italy” e la certificazione della cucina italiana. Attendiamo dunque ulteriori provvedimenti su questi fronti; intanto, per chi fosse interessato, il testo completo del protocollo è qui.

protocollo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...