Tutti giù per Terre

26 febbraio 2016

I vini italiani, si sa, sono tanti – qualcuno dice troppi – e si contano a centinaia anche nel territorio di una singola regione. Soprattutto se quella regione è la Toscana, che può contare su quasi 70.000 ettari di terreno coltivato a vite, 11 DOCG e ben 40 DOC. Questo straordinario patrimonio vinicolo è protagonista di Terre di Toscana, la rassegna organizzata da L’Acqua Buona che ogni anno riunisce il meglio dei produttori regionali: la nona edizione si terrà domenica 28 lunedì 29 febbraio all’UNA Hotel Versilia di Lido di Camaiore, in provincia di Lucca, e prevede 130 espositori per oltre 600 etichette in degustazione. Il banco d’assaggio affianca bottiglie provenienti da tutte le zone vinicole più pregiate: Bolgheri e Val di Cornia, Chianti, Maremma, Montalcino, Montepulciano, San Gimignano… La manifestazione sarà aperta al pubblico domenica dalle 11 alle 19 – con una navetta gratuita da e per la stazione di Viareggio – e lunedì dalle 11 alle 18; l’ingresso costa 25 euro e dà diritto a degustare tutti i vini presenti.

slide3

L’odore del lesso

23 febbraio 2016

Cosa vi aspettereste di mangiare in un ristorante che ha scelto come nome “Non solo lesso“? Non c’è alcun dubbio: il lesso, in barba a tutte le negazioni. E in effetti questo piccolo locale di Milano – 45 coperti, ma ben disposti su due piani in un ambiente deliziosamente rétro – ha basato proprio sul bollito misto alla piemontese il suo successo ormai pluriennale. Anche se non mancano altre piccole chicche come il prosciutto in crosta alla triestina, accompagnate da una cantina molto ben selezionata, il punto di forza resta ovviamente il debordante piatto unico con 8 o 9 tagli di carne (dalla testina alla lingua) e una serie di gustose salsine, come senape, mostarda, rafano e l’immancabile salsa verde. Se volete saperne di più, non vi resta che leggere la recensione completa!

WP_20160220_22_24_51_Pro

Animelle salve

20 febbraio 2016

Diciamo Cena del Quinto Quarto e non dovrebbe esserci bisogno di aggiungere altro: l’evento organizzato dalla benemerita Confraternita dei Grass è ormai un must per tutti coloro che amano i piatti a base di interiora bovine e suine (e anche i più scettici farebbero bene a scoprirle al più presto). Anche nella serata di venerdì 19 febbraio abbiamo avuto la fortuna di essere ospiti dei nostri amici piacentini per una cena da leccarsi i baffi: davvero regale la location, l’Antica Locanda del Falco all’interno del magnifico Castello di RivaltaGazzola. E spettacolare il menu, con protagoniste assolute le animelle di vitello in due versioni: al Marsala e impanate con salsa di peperoni. Per chiudere, come recitava il sottotitolo “Frattaglie e frittelle“, una corposa razione di dolci di Carnevale e non solo. Se volete saperne di più, leggete la nostra recensione… e non mancate alla prossima edizione!

WP_20160219_22_29_09_Pro

Venti di birra al Baladin

17 febbraio 2016

Metti una sera come tante al Baladin Milano: qualche birra, due chiacchiere tra amici e… tre mostri sacri del settore birrario a rievocare vent’anni di passione. L’aperitivo di martedì 16 febbraio nella succursale milanese del celeberrimo birrificio di Piozzo ha infatti riunito nella stessa sala i tre pionieri del movimento della birra artigianale in Italia: Lorenzo Dabove in arte “Kuaska“, vero e proprio guru dei critici e degustatori, Teo Musso, fondatore dello stesso Baladin, e Agostino Arioli, il patron del Birrificio Italiano di Lurago Marinone. Per entrambi l’inizio dell’avventura nel mondo della birra risale al 1996 e dunque quello di ieri è stato un emozionante viaggio nei ricordi, compiuto naturalmente anche nel bicchiere: in degustazione da una parte la pietra miliare Isaac e la più recente Nazionale Esportazione, dall’altra la celeberrima Tipopils e la (relativa) novità Asteroid 56013, una IPA sui generis da provare ad ogni costo. Se volete saperne di più, leggete il resoconto della serata nella sezione Articoli del nostro sito!

WP_20160216_20_19_55_Pro

Aria di Casarìa

16 febbraio 2016

La seconda edizione di Gusto, la Biennale dei sapori e dei territori, si svolgerà a Venezia soltanto nell’ottobre 2017, ma il lungo e… stuzzicante percorso di avvicinamento è già cominciato. Per anticipare l’attesissima manifestazione sono infatti previsti tre eventi tematici nel corso del 2016: il primo è Casarìa – Cheese in Venice, in programma nel capoluogo veneto da sabato 20lunedì 22 febbraio. Al di là del prestigioso abbinamento, l’evento ha già di per sé tutti i numeri per attirare i visitatori: per tre giorni, dalle 10 alle 19, un padiglione da 200 mq a ingresso libero ospiterà produttori provenienti da tutta Italia e anche dall’estero, che offriranno in degustazione e vendita formaggi di alta qualità. La location scelta, Campo San Geremia, non è certo casuale: da metà Cinquecento, infatti, proprio nella zona di Rialto si svolgeva il mercato cittadino, suddiviso in aree ben precise identificabili grazie a specifiche insegne o “nizioleti“: Erbaria, Naranzeria, Beccaria, Pescheria e appunto Casaria. La manifestazione, organizzata in collaborazione con Onaf e AEPE (Associazione Esercenti Pubblici Esercizi di Venezia), prevede anche una serie di laboratori di degustazione, incontri professionali (concentrati nella giornata di lunedì) ed eventi “fuori salone”; domenica alle 10.30 a Palazzo Flangini è in programma anche la presentazione del libro “Caesus, il grande libro dei formaggi italiani” di Renato Brancaleoni.

casaria-venezia-2

Chocolate love

12 febbraio 2016

Come sia nato l’abbinamento tra cioccolatoSan Valentino, o più in generale come i cioccolatini siano diventati simbolo d’amore, non è dato saperlo, ma sicuramente si tratta di uno dei più grandi successi di marketing della storia. Oggi, ogni 14 febbraio le coppie di innamorati spendono gran parte del loro budget nel “cibo degli dei”, e ovviamente gli organizzatori di eventi gastronomici cavalcano l’onda. Così, ad esempio, è nato il successo di Cioccolentino, che da tredici anni anima il centro storico di Terni: non a caso, la città di origine di Valentino, che ne fu vescovo a soli 21 anni. Quest’anno la manifestazione è iniziata l’11 febbraio per terminare domenica 14 e prevede tutta una serie di iniziative di intrattenimentoanimazione dedicate al cioccolato, ma anche uno spazio particolare dedicato a mamme e donne incinte (“Una dolce attesa“) e poi degustazioni, laboratori per bambini e adulti e una cena a tema nella serata di sabato. Anche Firenze non vuole comunque essere da meno e così oggi, venerdì 12 febbraio, parte in piazza Santa Maria Novella la Fiera del Cioccolato Artigianale, che proseguirà fino a domenica 21: tutti i giorni dalle 10 alle 22 stand aperti per degustazioni e acquisti, e poi workshop, aperitivi e tutte le sere un originale cooking show con importanti chef fiorentini e toscani.

cioccolentino

Tedesche di Varese

9 febbraio 2016

Ebbene sì: non tutte le tedesche sono “di Germania”, come il villaggiano Professor Kranz. Quelle di cui parliamo oggi sono birre di ispirazione teutonica ma rigorosamente varesine: provengono infatti dall’emergente birrificio “The Wall” di Venegono Inferiore, uno dei più apprezzati in provincia, e giovedì 11 febbraio saranno protagoniste della serata Le tedesche di casa nostra organizzata da UnibirraCalcinate del Pesce, sulle rive del lago di Varese. Tra le birre in degustazione ci saranno l’affumicata Kamaleon Rauch e la doppelbock Billygoat, due delle ultime nate nel birrificio varesino, e anche la Grano Nero: quest’ultima, ideata da Stefano Zanon, grazie al successo nell’ultima edizione del concorso Malto Gradimento si è aggiudicata la possibilità di essere prodotta proprio negli impianti di Venegono. Alla serata saranno presenti lo stesso Zanon e i birrai di The Wall, Andrea RogoraDaniele Martinello; in abbinamento alle birre saranno serviti altrettanti finger food. Il costo della partecipazione è di 18 euro a persona: per informazioni e prenotazioni contattare il numero 0332-1850463 o scrivere una mail.

12688273_945631652140998_9090069505231221698_n

Tenero come un cicciolo

2 febbraio 2016

L’appuntamento è di quelli tanto affascinanti che ogni anno non possiamo fare a meno di ricordarlo: domenica 7 febbraio nel centro storico di Reggiolo, in provincia di Reggio Emilia, si celebra la diciannovesima edizione di “Per non perdere il sapore“, l’originale gara dei ciccioli che da sempre coinvolge i migliori norcini (e i più affamati buongustai) di tutta la regione. Quest’anno gli agguerriti esperti di insaccati si contenderanno, per la prima volta, il Palio “Norcino della Rocca”, rendendo la sfida ancora più avvincente. Ma non c’è solo da stare a guardare: i visitatori avranno la possibilità di degustare per tutta la giornata, oltre ai prelibati ciccioli, anche risottolasagnepolenta frittagnocco e prosciutto e molte altre golosità. In programma anche dimostrazioni pratiche di lavorazione dei salumi, il folcloristico “Funerale del porco“, un’esposizione di trattori e una vera e propria fattoria con animali per i più piccoli. In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata al 14 febbraio.

Per non perdere il sapore