Nel blu dipinto di blu

Vi siete persi la sedicesima edizione della Sagra Nazionale del Gorgonzola? Anche noi, purtroppo. Ma l’omonima cittadina in provincia di Milano riserva sempre belle sorprese per gli amanti dei formaggi. E così venerdì 3 ottobre, nell’ambito della rassegna Infiniti Blu, alle 20.45 andrà in scena “Blu, Blues & Beers“, un imperdibile appuntamento musicale-gastronomico per stuzzicare le orecchie e il palato degli appassionati. All’Auditorium Oberdan di Gorgonzola le calde atmosfere del blues accompagneranno la degustazione di formaggi blu provenienti dalle principali realtà casearie d’Italia e, tanto per giustificare anche la terza “B”, delle migliori birre artigianali del nostro paese. L’ideale per soddisfare tutti e cinque i sensi in una volta sola! Il costo della serata è di 20 euro a persona, 15 per i soci Slow Food. Prenotazione obbligatoria: per maggiori informazioni visitare la pagina dell’evento.

blubluesbeers

Annunci

Cammin facendo

A volte anche dalle circostanze più drammatiche può nascere qualcosa di positivo. Se arrivare all’appuntamento con la mitologica manifestazione Coarezza per Strada e scoprire che le costine sono esaurite è senza ombra di dubbio una tragedia, salvarsi in extremis con un’accoppiata di filetto al Porto e funghi porcini alla griglia può essere una valida soluzione per alleviare il dolore… ed è proprio quello che ci è accaduto alla Locanda del Buon Cammino, dispersa tra i boschi nei pressi di Vergiate e specializzata in saporite carni italiane e internazionali. Nel complesso l’offerta del ristorante (che è anche bed & breakfast) potrebbe essere migliorata in diversi aspetti, ma per quanto riguarda la griglia e, in stagione, i funghi abbiamo trovato un nuovo valido punto di riferimento in zona. Leggete la nostra recensione completa per saperne di più!

buoncammino

Una bionda al giorno

Come tutte le settimane, anche quella della birra ovviamente è iniziata di lunedì, ma a noi piace arrivare in ritardo e dunque ve ne parliamo oggi: la Milano Beer Week è in pieno svolgimento, dal 22 al 28 settembre in 18 locali di Milano e dintorni. Di cosa si tratti lo dice già il nome: una settimana dedicata alle birre dei piccoli e medi birrifici italiani e stranieri, con ben 60 eventi tra degustazioni guidate, incontri con i birrai, menu a tema, presentazioni di libri e chi più ne ha, più ne metta. Qualche esempio? Questa sera al Lambiczoon una degustazione di formaggi erborinati e birre artigianali, mentre il Baladin Milano accoglie il “padrone di casa” Teo Musso e un ospite d’eccezione come Leonardo Di Vincenzo (Birra del Borgo). La Brasserie Bruxelles di viale Abruzzi, invece, ogni sera dà spazio a un assaggio “alla cieca”: per chi indovinerà la birra c’è un premio speciale. E così via… visitate il sito ufficiale e la pagina Facebook della manifestazione per scoprire tutti gli eventi del ricco calendario!

milano beer week

Un salto in padella

Volete gustarvi un filetto di zebra alla griglia o preferite una pasta al canguro? Non preoccupatevi, non c’è bisogno di andare fino in Kenya o nel Queensland: basta raggiungere la più abbordabile, anche se inusuale location di Concagno, una minuscola frazione di Solbiate Comasco che tutto si sarebbe aspettata tranne che di ospitare un locale come l’Etnic Restaurant, specializzato in carni esotiche di ogni tipo e natura. Attenzione: nonostante le premesse (e gli stravaganti arredi) non stiamo parlando di una griglieria alla buona, ma di un ristorante di alta qualità, che presenta anche piatti elaborati e materie prime di primissimo livello, dai salumi ai formaggi passando per porcini e tartufi. I prezzi vanno di conseguenza, ma non mancano offerte speciali e menu degustazione. Scoprite di più nella nostra recensione completa!

canguro

Gust minute

Che la pianificazione non sia una caratteristica delle Locuste è cosa nota fin dalla notte dei tempi: all’incirca nel 2003, per dirne una, è in corso l’organizzazione di un viaggio in camper (forse al Responsabile della Logistica fischieranno le orecchie). Con la vecchiaia, comunque, la nostra tendenza all’improvvisazione si è addirittura aggravata ed è per questo che soltanto oggi vi annunciamo che il prossimo sabato 20 settembre alcuni di noi parteciperanno a un inaspettato “blitz” montano al Crotto da Gusto, da sempre locale totem delle Locuste e numero uno incontrastato nella nostra classifica. Inutile dire che i fortunati partecipanti sono attesi da valanghe di polenta, cannelloni, salumi, cotechino, carni varie e chi più ne ha, più ne metta. Chi volesse prendere parte all’improvvisata sa come e dove trovarci…

gusto2014

Hamburgermeister

Ci sarebbe molto da scrivere, e forse un giorno lo faremo, sulle recondite (ma non troppo) cause economiche della resurrezione degli hamburger, che stanno ormai completando la seconda invasione del vecchio continente dopo quella già attuata negli anni Ottanta. Per il momento ci accontentiamo di osservare che, dopo un periodo di rifiuto e di assuefazione, la famigerata “polpetta” è tornata in grande stile a occupare i piatti e le strade d’Italia. Legnano, in particolare, sembra essere diventata negli ultimi tempi la capitale del fast food: nel giro di pochi mesi hanno aperto i battenti almeno quattro locali in cui ci si può ingozzare di hamburger, in diverse versioni, e ciascuno di essi proclama naturalmente di essere il migliore. C’è ad esempio la piccola Officina dell’Hamburger, che punta tutto sulla quantità proponendo panini fino a 450 grammi e un’impossibile “sfida” per i più golosi (si rischia veramente la vita); ma a nostro avviso la palma del numero uno se la aggiudica Fuddruckers, catena approdata in Italia dopo oltre 30 anni di onorata attività oltreoceano. Carni di gran qualità, atmosfera… genuinamente finta e anche la possibilità di personalizzare a piacimento il panino: fattori che, almeno in parte, spiegano le lunghe code fuori dalla porta. Leggete la recensione completa per scoprire il resto!

fuddruckers

La stoffa giusta

Una tavolata da record, nel vero senso della parola: la sta allestendo la Pro Loco di Piancogno, in provincia di Brescia, nella frazione di Piancogno, che sabato 13 settembre alle 19 ospiterà l’evento “La tovaglia più lunga del mondo“. Il tentativo del paese della Valcamonica è quello di entrare nel Guinness dei Primati battendo il record mondiale con un’unica striscia di stoffa lunga ben 2100 metri! Ovviamente, per una tovaglia di queste dimensioni ci vuole una tavola a sua volta eccezionale, in grado di snodarsi per 6 vie del centro cittadino con 16 punti ristoro suddivisi lungo il percorso. Il menu preparato da 16 ristoranti e associazioni della zona prevede, tra l’altro, costine di maiale con verze e polenta, filettino di maiale al Baldamì, baccalà in umido, casoncelli con burro e salvia… Le prenotazioni per partecipare sono già chiuse, ma si può sempre fare un tentativo telefonando al numero 349-1160160, per non perdere l’occasione di assistere dal vivo a un evento a suo modo storico. In caso di maltempo, l’evento sarà posticipato a domenica 14 settembre, sempre alle 19.

tovaglia