Porco nel parco

26 giugno 2014

Sarebbe superfluo spendere nuove parole di presentazione per i maestri dell’Accademia Italiana della Costina, protagonisti della celeberrima sagra di Coarezza che richiama ogni anno centinaia di affamati da tutta la provincia di Varese e ben oltre. Forse però non tutti sanno che da tre anni, tra le varie “trasferte” organizzate dall’Accademia, c’è anche quella estiva al Parco Castello di Legnano per la Sagra della Costina, dove i più pigri hanno la possibilità di assicurarsi qualche chilo delle prelibatissime costine senza doversi assoggettare a ore di coda. E quest’anno la ARES Onlus, ente benefico che organizza l’evento, ha alzato la posta: se sabato 28 giugno le costine animeranno la giornata a pranzo e a cena, domenica 29 sarà invece possibile gustare i risotti preparati dalla Confraternita della Pentola di Senago, tra cui anche quello preparato con gli avanzi delle costine del giorno prima (ammesso che ve ne siano!). I fondi raccolti, naturalmente, saranno devoluti ad ARES per il completamento dei suoi progetti di solidarietà in Africa. Il meteo non sembra essere dei più favorevoli, ma nonostante tutto… vi aspettiamo al parco!

costinelegnano

Frigoriferi pieni

25 giugno 2014

Non potevano che essere i Frigoriferi Milanesi di via Piranesi, nello specifico la Sala Carroponte, a ospitare l’evento che Milano accoglierà giovedì 26 giugno: la presentazione della nuova edizione della guida Birre d’Italia di Slow Food. Premesso che il calendario delle uscite editoriali sta ormai rasentando il ridicolo (può una guida riferita al 2015 essere data alle stampe in aprile?), l’appuntamento merita spazio perché non si tratta affatto di una presentazione istituzionale: ovviamente c’è anche quella, prevista per le 18, alla presenza del curatore Eugenio Signoroni e della presidente di Slow Food Lombardia, Enrica Agosti. Ma già dalle 12 e per tutta la giornata la sala sarà aperta, a ingresso gratuito, per un vero e proprio “happening birrario” con gli stand dei migliori birrifici di Lombardia, dove degustare le birre dei produttori. Non solo: alle 13.30 e alle 16 sono in programma due laboratori di abbinamento tra birre e formaggi dei Presìdi Slow Food della Lombardia. E dalle 19.30 alle 21.30 “aperitivo brassicolo” con degustazioni guidate di prodotti tipici: pane e salame casalìn, mostarde mantovane e il tiròt di Felonica. L’ingresso è gratuito, le degustazioni e l’aperitivo hanno un costo di 5 euro ciascuno.

birreditalia

Mondiali da mangiare

23 giugno 2014

Per un fanatico di calcio, categoria nella quale ci annoveriamo senza troppe riserve, cosa potrebbe esserci di più gustoso dello spettacolo dei Mondiali? Forse una risposta c’è: i Mondiali del Cibo, una goliardica “competizion” culinaria fra i 32 paesi qualificati alla Coppa del Mondo. La formula è esattamente la stessa della kermesse brasiliana, ma anziché affrontarsi sul campo, le varie nazionali mettono in campo il piatto più rappresentativo delle rispettive tradizioni: lo scontro diretto viene così deciso dal voto dei visitatori. Per la cronaca, com’era immaginabile, i risultati mangerecci sono un po’ diversi da quelli ottenuti sul rettangolo verde: per esempio la Spagna, mestamente eliminata dai Mondiali “veri”, è invece prima a punteggio pieno nel proprio girone… gastronomico grazie all’inimitabile paella. E l’Italia, ottimamente rappresentata dalla pizza, vince a mani basse contro fish and chips (Inghilterra), parrillada (Uruguay) e gallo pinto (piatto che, curiosamente, ha lo stesso nome del commissario tecnico della Costa Rica…). La competizione, naturalmente, proseguirà fino al 13 luglio proprio come la sua controparte calcistica: partecipate anche voi, non si vince niente ma sicuramente c’è da divertirsi!

cibomundial

Castelli di birra

19 giugno 2014

Gli appuntamenti dedicati alla birra artigianale vanno moltiplicandosi a una tale velocità che anche una manifestazione alla sua terza edizione come Beer Food può già definirsi un classico. Anche perché in brevissimo tempo la rassegna ospitata dal Castello Visconteo di Pavia, da noi già visitata nel 2012 (ecco il reportage completo di quella edizione), si è ulteriormente strutturata dotandosi di un programma fitto di eventi e ampliato anche agli orari serali. Tanto per dire, in occasione dell’inaugurazione di oggi – giovedì 19 giugno – è in programma alle 21.30 un interessante concerto dei Motel Connection, con biglietto d’ingresso a soli 5 euro. Ma Beer Food prosegue fino a domenica 22 giugno, con aperture il venerdì e il sabato dalle 17 e la domenica dalle 15, e con 16 stand di birrifici artigianali da tutta Italia: alcuni celeberrimi come Baladin, Lambrate e Valcavallina, altri meno noti o debuttanti come l’autoctono Balmar, di Sant’Alessio con Vialone. Accanto alla birra numerosi stand gastronomici di vario tipo: ci sono persino un ristorante libanese e una griglieria argentina. Il biglietto d’ingresso costa 4 euro a giornata.

beerfood

Mandiamo tutto in vacca

17 giugno 2014

Vi siete persi il primo weekend della Sagra della Scottona? Male, malissimo, ma per vostra fortuna avete ancora una chance a disposizione. Venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 giugno il grande tendone in Piazza della Costituzione, dietro la stazione di Mede (Pavia), tornerà ad accogliere agnolotti, risotti, verdure, dolci e vini dell’Oltrepò, ma soprattutto fiorentine, costate, filetti e ogni tipo di carne di manzo alla griglia. Il tutto per celebrare la scottona: per chi non lo sapesse, una mucca giovane, di età non superiore a 15/16 mesi e mai ingravidata, le cui carni sono particolarmente morbide e tenere. Ovviamente, privarsi un capo di bestiame del genere era (ed è) un grosso smacco per un allevatore, che resta decisamente “scottato” dalla perdita: da qui deriva il termine, o almeno è l’etimologia che ci propongono gli organizzatori. La prendiamo per buona, anche perché buona è sicuramente la carne, come potrete leggere nella recensione delle nostre visite passate. Se siete dalle parti di Mede, dunque, non perdetevi l’appuntamento: venerdì e sabato sera dalle 19.30 a mezzanotte, domenica a pranzo a partire dalle 12.

scottona

E pensare che questa edizione di Terroir Vino non si sarebbe neppure dovuta tenere: lo aveva annunciato lo scorso anno il deus ex machina Filippo Ronco, alle prese con problemi organizzativi e forse con un po’ di legittima stanchezza. Passato il momento di sconforto la macchina è però ripartita, e l’ormai celebre manifestazione organizzata dal portale TigullioVino non soltanto non lascia, ma addirittura raddoppia: per festeggiare l’atteso decennale, la rassegna di Genova quest’anno durerà due giorni, domenica 15 e lunedì 16 giugno. I presupposti restano comunque sempre gli stessi: “L’incontro tra il vino, le persone e il web” è non a caso, da anni, il claim dell’iniziativa, che vuole portare i 120 espositori – rigorosamente selezionati – e gli oltre 600 vini in degustazione a contatto diretto con il pubblico, approfondendo la tematica del legame con il territorio che tanto sta a cuore agli organizzatori (nomen omen). Come al solito, tanti gli appuntamenti collaterali: la Vinix Unplugged Unconference del lunedì mattina che metterà a confronto esperti di enologia e di interazione online; il Garage Wine Contest per vignaioli dilettanti; il Baratto Wine Day per scambiare tra visitatori le bottiglie delle rispettive cantine; le Degustazioni dal Basso per raccontare i vini in modo conviviale e accessibile. Apertura per tutti domenica 15 giugno dalle 10 alle 19.30, mentre lunedì dalle 14 alle 19.30 l’appuntamento è rivolto soprattutto agli operatori. La manifestazione si svolge come sempre ai Magazzini del Cotone, nel porto antico di Genova; il biglietto d’ingresso costa 20 euro.

(Foto di Gabriella Opaz dal sito www.terroirvino.it)

terroirvino-b-w

Cervia a primavera

11 giugno 2014

E non si dica più che a Cervia si va solo per il mare, anche se in effetti il clima torrido di questi giorni inviterebbe a più di un tuffo. A parte le istituzioni gastronomiche ben note nella zona (una per tutte: il mitologico ristorante Casa delle Aie), da tre anni la cittadina romagnola si è dotata di una rassegna gastronomica con tutti i crismi: si chiama Prodotti & Sapori delle Regioni e quest’anno si svolgerà da venerdì 13 a domenica 15 giugno dalle 9.30 a mezzanotte in piazza Andrea Costa, per l’organizzazione di Confcommercio Cervia. Gli espositori annunciati sono più di 90 e vengono da tutte le regioni d’Italia, dando la possibilità ai visitatori di saltare dallo speck altoatesino alle “bombette” pugliesi, dalle olive ascolane al pesto ligure, senza naturalmente dimenticare le specialità del territorio. Particolarmente attesa la novità Calici DiVini, degustazione enologica dei prodotti di 30 aziende vinicole all’interno di una struttura a forma di tunnel che riproduce una cantina. L’ingresso al wine tasting costa 10 euro, mentre è gratuito l’accesso agli stand gastronomici. Infine, per non farsi mancare nulla, alla rassegna partecipano anche cinque ristoranti di Cervia, che per l’occasione si trasferiranno in un apposito “angolo” della piazza, dove presenteranno le loro specialità.

cervia

Dieci volte in Salone

9 giugno 2014

A Torino, come al solito, ci si muove con discreto anticipo: mancano ancora più di 4 mesi all’edizione 2014 del Salone del Gusto, ma già oggi Slow Food ha presentato al Lingotto il programma del celeberrimo evento biennale che, da qualche tempo, si è “fuso” con il congresso mondiale di Terra Madre. Quella che si svolgerà dal 23 al 27 ottobre sarà un’edizione importante per molti motivi, in primis perché si tratterà della numero 10 (la prima fu nel 1996) e coinciderà anche con il decimo anno di Terra Madre. Ma a tenere banco alla presentazione è soprattutto l’imminente EXPO 2015, di cui Slow Food sarà partner: “Le tematiche di cui si occuperà sono nate qui – rivendica il fondatore Carlo Petrini – avevamo capito tempo fa che questo sistema alimentare è malato, ma non dobbiamo limitarci a convivere con questa realtà, dobbiamo denunciarla. Parteciperemo all’Expo in maniera critica, chi vuol bene a questo evento non può stare zitto, ed è per questo che noi alziamo la voce andando controcorrente”.
Il neo-presidente di Slow Food Italia, Gaetano Pascale, annuncia invece un Salone dedicato in particolare all’agricoltura familiare e lancia un’iniziativa molto speciale: “Portate il prodotto che volete salvare a Torino, sarà il prossimo passeggero dell’Arca del Gusto, il progetto di Slow Food che segnala i cibi in via di estinzione”. Tra le altre novità di quest’anno: un padiglione dedicato interamente alla didattica e all’educazione del gusto, la Fucina di Pane e Pizza, l’area Mixology (per diffondere la cultura dei cocktail) e la Scuola di Cucina per scoprire tutte le tappe della nascita di un piatto. Come sempre, la manifestazione sarà particolarmente attenta all’impatto ambientale, già ridotto del 65% rispetto al 2006.

salonedelgusto2014

 

Inutile dilungarsi: a Portovenere si deve andare, non c’è altro da aggiungere. Noi ci abbiamo messo più di trent’anni per scoprire questa magnifica perla della riviera ligure a due passi da La Spezia e dalle Cinque Terre: voi non commettete lo stesso errore. Anche perché vi perdereste le prelibatezze della Taverna di Venere, un locale che da fuori può sembrare una qualunque “trappola per turisti” e invece nasconde delizie inaspettate. Vi attende un profluvio di antipasti di mare, grigliate e fritture all’insegna della semplicità ma anche dell’eccezionale qualità delle materie prime: un pranzo davvero da re, abbinato a un panorama straordinario. Cosa credere di più? Leggete la nostra recensione completa per scoprire tutti i dettagli e non preoccupatevi di fare tardi: il ristorante è aperto per tutto il giorno!

portovenere

Visto che ultimamente parliamo spesso di Legnano, concedeteci un po’ di campanilismo nel celebrare il successo dell’Enoteca Longo, che ha la sua sede proprio nel pieno centro della cittadina in provincia di Milano: i fondatori del noto negozio, i fratelli Giovanni, Osvaldo e Paola Longo, sono stati infatti premiati con il Premio speciale della Giuria nel quadro della consegna dei prestigiosi Oscar del Vino 2014 a Roma. Particolarmente interessante la motivazione: “hanno contribuito in maniera determinante alla valorizzazione del vino italiano, facendone un protagonista come regalo di prestigio“. I Longo, affermatisi a San Giorgio su Legnano come rivenditori di vini, si sono trasferiti a Legnano nel 1983 e da allora hanno raggiunto fama nazionale, ricevendo tra l’altro nel 2000 l’Oscar come miglior enoteca d’Italia. Ulteriore notorietà l’ha portata la guida Fuoricasello, arrivata alla sua ottava edizione.

longo oscar