Plenty more fish in the sea

2 dicembre 2013

La filosofia giapponese, almeno nelle sue declinazioni più note, ci insegna che la via per l’illuminazione passa attraverso la riflessione; e il principio resta validissimo anche in campo alimentare. Proprio per riflettere sul consumo sostenibile e sulla protezione delle specie marine l’Associazione Italiana Ristoratori Giapponesi, in collaborazione con Greenpeace Milano e con l’Istituto per gli Studi sul Mare, ha organizzato la rassegna gastronomica Yamato-Maru: un termine che si può tradurre come “il peschereccio della cultura tradizionale” e che vuole richiamare il recupero dello spirito più autentico della cucina giapponese, legata al consumo di pesci poco noti e a un’attività di pesca a basso impatto ambientale. Nulla di più lontano dallo standardizzato sushi, dunque, nelle cinque cene a tema organizzate in altrettanti ristoranti di Milano: le prime tre si sono già tenute in ottobre e novembre, la quarta avrà luogo domani (martedì 3 dicembre) al ristorante Zero di corso Magenta con un menu a base di sardine (30 euro a persona). Il ciclo si chiuderà poi il 20 e il 21 gennaio al ristorante Osaka di corso Garibaldi, con piatti incentrati sui calamari (4o euro). Per maggiori informazioni e per approfondire i temi della stagionalità e della sostenibilità della pesca, ecco la presentazione dell’iniziativa.

logo_yamato-maru

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...