Capodanno in Provincia

31 dicembre 2013

Le buone notizie sono due: la prima è che il quotidiano La Provincia di Varese non ha fermato le rotative, nonostante gli annunci di chiusura, ed è ancora regolarmente in edicola. E quando un giornale continua a uscire, soprattutto di questi tempi, è comunque una vittoria. La seconda è che sull’edizione di ieri, lunedì 30 dicembre, Chiara Frangi ha dedicato un bel pezzo al cenone di Capodanno coinvolgendo una serie di blogger varesini: la “mamma bionicaLaura Pantaleo Lucchetti, il guru della birra Damiano Franzetti (Malto Gradimento), Alessia Bianchi di Dolcezze di Nonna Papera. E, dulcis in fundo, il nostro Navigatore Capo… il quale, invece di proporre ricette, ha elargito alcuni consigli di dubbia utilità sulla scelta del ristorante giusto per il veglione di San Silvestro. La nostra posizione sull’argomento è abbastanza intransigente e in passato ha generato notevoli polemiche: sulle offerte datate 31 dicembre restiamo piuttosto diffidenti, ma qualche spiraglio per non farsi turlupinare esiste! Per saperne di più consultate il sito della Provincia (la versione completa dell’articolo è solo sul quotidiano in edicola).

Già che ci siamo, cogliamo l’occasione per augurarvi un buon 2014 all’insegna delle prelibatezze gastronomiche e segnalarvi la benemerita iniziativa di Legambiente Varese, con un consiglio: non gettate i tappi di sughero delle vostre (speriamo numerose) bottiglie, ma conservateli per contribuire al loro riutilizzo nell’ambito dell’edilizia e dell’arredamento! Ecco i dettagli dell’iniziativa.

cenone provincia

Annunci

Una Barcella dorata

23 dicembre 2013

Dopo una lunghissima attesa siamo finalmente riusciti a visitare l’agriturismo La Barcella di Robecco sul Naviglio, attivo ormai da quasi vent’anni e rinomato nella zona dell’Altomilanese (ma non solo). Con aspettative così elevate si corre sempre il rischio di una delusione, e infatti il risultato è solo parzialmente soddisfacente: nella classica formula a menu fisso (35 euro) tutto è più che discreto ma nessun piatto spicca davvero per qualità. Approvati senza riserve, invece, la location e il servizio, ormai due punti fermi nell’oliatissima macchina di Massimo Oldani. Leggete la nostra recensione completa per saperne di più…  e nel frattempo cogliamo l’occasione per farvi i nostri migliori auguri di buon Natale e buone feste!

barcella3

Baci sotto il radicchio

20 dicembre 2013

Sono ore difficili per chi è impegnato nell’organizzazione di cene e cenoni, o all’affannosa ricerca di un qualunque regalo da infilare all’ultimo momento sotto l’albero. Se mai vi venisse voglia di buttare tutto a mare (metaforicamente) e concedervi una pausa gustosa, ecco qualche consiglio: a Mogliano Veneto inizia domani la ventinovesima Mostra del Radicchio Rosso, con stand aperti sabato 21 e domenica 22 dicembre dalle 9 alle 19. Oltre alla premiazione dei migliori produttori dell’anno e a un servizio buffet sempre attivo, da non perdere la degustazione di risotto al radicchio rosso e la tradizionale frittatona al radicchio. Se invece vi trovate dalle parti della Toscana, al campo sportivo Fonteblanda (Grosseto) c’è l’interessante Festa della Bistecca e della Polenta aperta per tutto il weekend, dalle 19.30 e il sabato e la domenica anche dalle 12.30. Ci trasferiamo poi in Puglia, e per la precisione ad Adelfia: questa sera alle 20 si apre la nuova edizione di Bon Appètit-Adelfia a Tavola, un evento che animerà le vie del centro storico della cittadina in provincia di Bari per tutto il weekend, proponendo tra l’altro un corso di produzione di orecchiette e cavatelli. Infine a Bitonto, sempre nel barese, si conclude nel fine settimana il tour di Girolio: accanto all’assemblea generale dell’Associazione Città dell’Olio ci saranno degustazioni e assaggi guidati, corsi per adulti e bambini, show cooking e menu a tema, oltre alla possibilità di visitare le aziende olearie. Chissà che non vi venga l’ispirazione per qualche dono…

radicchio

Se la mucca fa MUU…

16 dicembre 2013

L’inaugurazione di un nuovo ristorante è sempre una buona notizia; se poi il ristorante è a 50 metri dalla casa del blogger, il dovere di cronaca diventa particolarmente pressante. Di conseguenza stasera (dalle 19 alle 22) non potremo mancare all’inaugurazione del Muu Grill di via Palestro a Legnano, che in realtà replica la formula vincente del locale già aperto da tre anni a Parabiago: non solo cucina, ma un ritrovo aperto per tutto l’arco della giornata, dalla colazione all’ “apeMUU”, passando per lo “shopping” al banco gastronomia. Rispetto al fratello maggiore il locale legnanese presenta anche due ghiotte novità: l’apertura a cena e lo spazio su due livelli, ricavato da un vecchio cinema. Il tema dominante non può che essere la carne, visto e considerato che la proprietà è della famiglia Marchiante, che possiede una storica macelleria a Cerro Maggiore. Sul sito ufficiale (molto fashion) sono già disponibili tutti i menu: i prezzi sono tutt’altro che bassi (primi da 11 euro in su, secondi da 16) ma alcuni aspetti sono interessanti, ad esempio l’assortimento di birre artigianali, per esempio quelle del Birrificio Italiano.

muu

 

Stregati dalla nocciola

13 dicembre 2013

Il termine “corilicoltura” indica la coltivazione del nocciolo: lo sapevate? Probabilmente no, ma soprattutto non sapevate che in Italia ci sono ben 240 località “corilicole”, che il nostro paese è il secondo produttore al mondo di nocciole e che vanta ben tre varietà IGP di questo frutto (Nocciola di Giffoni, Nocciola Romana e Nocciola Piemonte). L’occasione per scoprirlo è il Nocciola Day, che si celebrerà domenica 15 dicembre un po’ ovunque in tutta Italia: in programma ci sono escursioni guidate sui sentieri della nocciola, weekend a tema, menu dedicati in ristoranti e pasticcerie, stand gastronomici, laboratori e molto altro ancora. Sul sito dell’Associazione Italiana Città della Nocciola è possibile scaricare l’elenco completo delle iniziative in calendario: non perdetevele!

logo-nocciola-day-250x250

Giornalisti al rogo!

10 dicembre 2013

Prendete una ventina di giornalisti e portateli nei pressi di un falò di 25 metri di altezza e 20 di diametro: di questi tempi c’è chi sarebbe pronto a sponsorizzare l’iniziativa. Purtroppo per gli esponenti di certi movimenti politici, i giornalisti in questione non finiranno al rogo (per questa volta) ma dovranno “soltanto” cimentarsi nella realizzazione di piatti prelibati, utilizzando gli ingredienti locali della Terra d’Otranto. Tutto questo avverrà a Novoli, in provincia di Lecce, il prossimo 15 gennaio alle 10, in occasione dell’edizione 2014 della Fòcara: il falò più grande del Mediterraneo verrà acceso in nottata per celebrare la festa di Sant’Antonio Abate, ma prima dieci squadre composte ciascuna da un giornalista locale, un cronista proveniente da altre regioni e un cuoco o pasticciere si affronteranno nell’originale gara culinaria “Penne al Dente“. L’unico vincolo è utilizzare i prodotti messi a disposizione da Coldiretti Lecce: alla conclusione del concorso la giuria, capeggiata dallo chef Andrea Serravezza e dal giornalista Pierpaolo Lala, assegnerà il premio Piatto della Fòcara 2014. Durante la giornata inizierà poi la lunga marcia di avvicinamento all’accensione della pira: spettacoli musicali con il Fòcara Festival, mostre d’arte e naturalmente enogastronomia grazie al salone di degustazione Cupagri.

focara

Aria di festa a Imbersago: il Natale si avvicina e come ogni anno nel cuore della Brianza lecchese torna l’esclusivo Christmas Beer Festival. Evento unico nel suo genere perché dedicato a una sola tipologia birraria, quella delle birre di Natale, appunto: da venerdì 6 a domenica 8 dicembre ne saranno offerte in degustazione 13 varietà alla spina e ben 56 in bottiglia, compresa l’imperdibile Glühkriek da consumare calda come il vin brulé. Gli stand sono aperti venerdì dalle 18, sabato dalle 16 e domenica dalle 11.30; bicchiere da degustazione a 3 euro. La manifestazione (nella foto, la scorsa edizione) attira parecchio anche dal punto di vista gastronomico, per lo stand sempre aperto con costine e salamelle, per la Stincata del sabato sera (piatto unico a 15 euro) ma, soprattutto, per i pranzi e le cene a tema birrario. Venerdì sera sarà proposto infatti un menu da 3 portate a 25 euro, in abbinamento ad altrettante birre, e domenica a pranzo si toccherà l’apice con un menu da 4 portate – e 4 birre – a 35 euro. Il tutto su prenotazione all’indirizzo info@birradinatale.it o al numero 039-2264027.

imbersago

Uscita obbligatoria

5 dicembre 2013

Per parlare della presentazione della guida Fuoricasello tenutasi oggi a Palazzo Isimbardi, sede della Provincia di Milano, la cosa migliore è iniziare dalla fine. Perché è alla fine che i fortunati presenti si sono potuti deliziare con un buffet d’eccezione: star assoluta lo straordinario cotechino con lenticchie che Giovanni Re, patron del ristorante Campo delle Stelle di Vanzago, ha preparato utilizzando la materia prima fornita dal macellaio Pasquale Pippa. Ma oltre al cibo c’erano altri validi motivi per assistere all’evento: se non altro la curiosità per un fenomeno editoriale nato dal nulla che in otto anni è arrivato a vendere più di 600mila copie. “Per noi è un sogno essere qui oggi – ha detto Giovanni Longo, creatore della guida insieme ai fratelli Osvaldo e Paola – ce l’abbiamo fatta grazie a un network di oltre 100 segnalatori in tutta Italia, molto più interessanti degli ispettori della guida”. Ospiti di lusso il presidente della Provincia Guido Podestà (che utilizzerà il volume della casa editrice legnanese come strenna natalizia) e Bruno Pizzul, celebre telecronista sportivo nonché viaggiatore autostradale molto atipico, visto che non possiede la patente. “Sono uno dei più grandi tagliatori di cotica e cotechino esistenti” ha svelato Pizzul agli attoniti spettatori, aggiungendo poi che “questa guida dà anche un’indicazione di vita: è un invito a rallentare e fermarsi per sfuggire alla frenesia”.Presto vi parleremo naturalmente anche del libro in sé, che raccoglie 735 ristoranti con la comune caratteristica di trovarsi a pochi chilometri dall’uscita di autostrade e superstrade: per ora vi diciamo che il volume costa 20 euro e può essere acquistato anche on line su www.fuoricasello.it.

fuoricasello presentazione

La filosofia giapponese, almeno nelle sue declinazioni più note, ci insegna che la via per l’illuminazione passa attraverso la riflessione; e il principio resta validissimo anche in campo alimentare. Proprio per riflettere sul consumo sostenibile e sulla protezione delle specie marine l’Associazione Italiana Ristoratori Giapponesi, in collaborazione con Greenpeace Milano e con l’Istituto per gli Studi sul Mare, ha organizzato la rassegna gastronomica Yamato-Maru: un termine che si può tradurre come “il peschereccio della cultura tradizionale” e che vuole richiamare il recupero dello spirito più autentico della cucina giapponese, legata al consumo di pesci poco noti e a un’attività di pesca a basso impatto ambientale. Nulla di più lontano dallo standardizzato sushi, dunque, nelle cinque cene a tema organizzate in altrettanti ristoranti di Milano: le prime tre si sono già tenute in ottobre e novembre, la quarta avrà luogo domani (martedì 3 dicembre) al ristorante Zero di corso Magenta con un menu a base di sardine (30 euro a persona). Il ciclo si chiuderà poi il 20 e il 21 gennaio al ristorante Osaka di corso Garibaldi, con piatti incentrati sui calamari (4o euro). Per maggiori informazioni e per approfondire i temi della stagionalità e della sostenibilità della pesca, ecco la presentazione dell’iniziativa.

logo_yamato-maru