Sosta prioritaria

30 ottobre 2013

Avere vini eccezionali e una cucina da leccarsi i baffi serve a poco se nessuno lo sa: una banale verità che fotografa alla perfezione l’alterna fortuna dell’Oltrepò Pavese, forse la più clamorosamente sottovalutata delle regioni italiane dal punto di vista enogastronomico. In realtà le colline di Broni e Casteggio, da molti identificate come terra di damigiane a poco prezzo, pullulano di bottiglie che hanno poco da invidiare alle più celebrate etichette toscane o piemontesi: Pinot Nero, Bonarda, Barbera, e ancora arditi esperimenti come il Cruasé o prelibatezze autoctone come Buttafuoco e Sangue di Giuda. Nello scorso weekend ci siamo concessi un’escursione tra le cantine più rappresentative della zona: la storica Quaquarini di Canneto Pavese, la celebrata Cà di Frara a Mornico Losana e la Monsupello di Torricella Verzate, emersa prepotentemente alla ribalta per le sue bollicine. Anche se le sorprese più belle le ha riservate La Verde Sosta di Montecalvo Versiggia, un ristorante tutt’altro che economico ma in grado di abbinare tradizione e originalità con uno stile pressoché perfetto: leggete la nostra recensione per saperne di più!

verde7

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...