Pagine da divorare

21 gennaio 2013

Assodato che l’alimentazione fa parte in tutto e per tutto della nostra cultura, si può dire viceversa che la cultura è alimentazione? Noi pensiamo di sì: in fondo anche leggere è un modo di nutrirsi. Se avete un amico amante della buona tavola (non necessariamente una Locusta!), dunque, non è così improbabile che abbia anche una passione per la letteratura; in ogni caso, lo fareste contento regalandogli “Leggere di gusto“, interessante cofanetto pubblicato da Sellerio che raccoglie quattro volumi molto diversi tra loro. Si va dal racconto all’autobiografia, dal fondamentale saggio “Fisiologia del gusto” di Anthelme Brillat-Savarin (“Dimmi quel che mangi e ti dirò chi sei”, tanto per intenderci) al sublime “Trattato di culinaria per donne tristi“, che merita davvero una lettura. Scoprite di più leggendo la nostra recensione e, magari, fatevi un giro nella nostra sezione dedicata ai libri: la maggior parte dei titoli sono un po’ datati, ma potreste ancora trovare qualcosa di vostro “gusto”…

leggere di gusto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...