La retromarcia del Gambero

19 ottobre 2012

Siamo nell’autunno delle guide gastronomiche. In tutti i sensi. Non passa giorno senza che una delle storiche guide alla ristorazione, un tempo severi e intoccabili giudici dei templi dell’alta cucina, scateni qualche polemica devastante: nell’ultima tornata di pubblicazioni (ma attenzione, manca ancora la Michelin…) una buona dose di critiche le ha intascate I Ristoranti d’Italia de L’Espresso, tra l’altro ridicolizzata da Dissapore per la sua recensione della celebre Pergola di Heinz Beck. Nulla, però, in confronto al putiferio causato dal Gambero Rosso, che in un delirio di onnipotenza è riuscito persino a escludere la città di Napoli dal podio delle migliori pizzerie d’Italia. Le indignate proteste delle associazioni di categoria hanno spinto la casa editrice a un ancor più clamoroso dietrofront: il presidente Paolo Cuccia ha annunciato che sarà pubblicata una nuova guida delle pizzerie “con un posto d’onore riservato alla scuola napoletana”. Insomma, una toppa che rischia di essere peggiore del buco… Ma allora il tempo in cui la parola delle guide era legge è davvero finito? A difenderle ci prova Gigi Padovani, nota firma della Stampa di Torino: sarà pure di parte, ma la sua opinione merita sempre di essere ascoltata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...