Chi ama non dimentica

9 ottobre 2012

“Per favore, mi dia un chilo di azzeruole… e poi anche quattro pere volpine e una manciata di corbezzoli“. Se non avete mai ascoltato una conversazione del genere, siete – purtroppo – tra i tanti che hanno perso la memoria dei frutti della nostra tradizione: nell’elenco ci sono anche giuggiole, pere spadone, corniole, nespole, mele cotogne, sorbe e uva spina, senza contare la melagrana che rischia a sua volta di finire “archiviata”. A recuperarli dall’oblio e celebrarne le virtù ci pensa, da qualche anno, la Festa dei Frutti Dimenticati di Casola Valsenio, in provincia di Ravenna: quest’anno l’evento si svolgerà sabato 20 e domenica 21 ottobre, ma per tutto l’autunno nei ristoranti della zona sarà possibile gustare piatti come la salsa di rovo e di gelso, la composta di corniole o le prugnole ripiene di noci e zabaione. E nel weekend precedente, sabato 13 e domenica 14, c’è anche la festa del marrone in ogni sua variante: dal castagnaccio al marron glacé.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...