Una grande mela

28 maggio 2012

Una mela come simbolo per cinque giorni di passione gastronomica: Slow Food ha scelto un’ardita simbologia “filosofica” per lanciare l’attesissima edizione 2012 del Salone del Gusto, in programma dal 25 al 29 ottobre al Lingotto di Torino. La mela in questione è quella che secondo la leggenda cadde sulla testa di Isaac Newton, e a spiegare questa scelta è stato Roberto Burdese, presidente dell’associazione, nel corso della presentazione svoltasi oggi a Torino: “Si tratta di un alimento simbolo del cambiamento, e anche di un invito a usare la testa nelle scelte alimentari”. Il cambiamento è dunque la parola chiave di questo eccezionale appuntamento gastronomico che, come al solito, condividerà il palcoscenico con Terra Madre, meeting di centinaia di lavoratori del settore agricolo e gastronomico da 150 paesi del mondo. In un’occasione del genere, il fondatore Carlo Petrini non può che ribadire i concetti che da anni propone a platee sempre più vaste: “Questa crisi ci offre la possibilità di interpretare positivamente la riduzione dei consumi, grazie all’opportunità di riqualificare le nostre scelte in ambito alimentare, prediligendo l’economia di prossimità”. Alla presentazione anche il sindaco Piero Fassino, il presidente regionale Roberto Cota, Giuseppe Lavazza come sponsor principale e il meteorologo Luca Mercalli, che ha presentato la nuova iniziativa Slow Food per promuovere “una dieta amica del clima”. I numeri, come al solito, impressionano: 70.000 metri quadri di padiglioni, 1000 espositori, 44 conferenze, 170 eventi speciali. A ottobre non si potrà proprio mancare…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...