Bicchiere mezzo pieno

6 aprile 2012

Ma insomma, è andato bene o male questo Vinitaly? In quanto assenti non possiamo sbilanciarci troppo, ma su una cosa concordano pressoché tutti gli osservatori: la nuova formula, che ha concentrato la fiera in 4 giorni dalla domenica al mercoledì, ha centrato l’obiettivo. Pare infatti che finalmente la più grande rassegna enologica d’Europa stia diventando quello che ha sempre voluto essere, ossia un appuntamento per operatori e professionisti più che per semplici appassionati; il tutto senza rinunciare ai grandi numeri, visto che anche quest’anno si è battuto ogni record di visite. Quali gli aspetti negativi, dunque? Pure su questo concordano quasi tutti: la ressa per l’utilizzo di alcuni servizi, la disorganizzazione di parcheggi e trasporti, il crollo del sistema di telecomunicazioni. Insomma, problemi quasi esclusivamente logistici, ma non cose da poco per un evento che muove ogni anno almeno 150mila persone.
Volete saperne di più? Leggete, per esempio, il post conclusivo di Intravino e le interessanti considerazioni di Armin Kobler.
Intanto, buona Pasqua a tutti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...