The good, the bad and the beer

9 marzo 2012

È un periodo in cui la birra scorre a fiumi, e non possiamo che esserne felici. Addirittura a Busto Arsizio, non centro un punto di riferimento per il movimento del malto e del luppolo, da qualche tempo è nato un mega-locale da 500 posti che fin dal nome, B-Good, proclama la sua adesione al culto della bevanda di Gambrinus. Purtroppo, i risultati non sono eccezionali, non soltanto dal punto di vista della cucina ma anche da quello della birra, come potete leggere nella nostra recensione. Il fatto che, malgrado il rapporto qualità-prezzo decisamente sfavorevole, orde di clienti invadano il locale nel weekend fa riflettere sulle occasioni sprecate per diffondere la cultura del mangiar bene.
Grandi manovre anche a Milano: il BQ, storico locale dell’Associazione Degustatori Birra, cambia la sua offerta e propone una serie di nuove varietà di birra. A dar loro il nome, tramite sondaggio, saranno i visitatori dell’Italia Beer Festival, che da oggi (venerdì 9) a domenica 11 marzo animeranno i locali degli East End Studios di via Mecenate: apertura venerdì dalle 17 alle 2, sabato dalle 12 alle 2, domenica dalle 12 a mezzanotte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...