Parigi val bene una messa (a fuoco) – 16

16 settembre 2011

Un po’ di malinconia affiora inevitabile nello scrivere queste righe: il nostro viaggio tra i colori e i sapori della cucina francese sta per terminare, e anche chi ha potuto “assaggiare” soltanto con gli occhi le specialità transalpine difficilmente potrà reprimere un sussulto di nostalgia. Ma bando ai sentimentalismi e partiamo alla scoperta degli ultimi (o quasi) ristoranti nei dintorni di Parigi…

Ci troviamo ancora una volta a Versailles, precisamente a Le Resto du Roy: nome non casuale perché il piccolissimo locale, con appena 16 coperti all’interno e una trentina all’esterno, gode di una splendida vista sulla reggia. Il prezzo è medio-alto, tra i 40 e i 50 euro, ma il ristorante merita una visita, meglio se all’aperto per godersi il panorama. Il menu è molto limitato, ma i piatti sono ben curati, sia nella presentazione che nell’esecuzione: nella foto il filet de boeuf Chateaubriand poele (in padella) con cipolle al vino rosso, accompagnato da un bicchiere di Crozes-Hermitage delle cantine Guigol.

Cambiamo ristorante ma restiamo in tema “regale”, visto che ci trasferiamo a Le Potager du Roy, sempre a Versailles. In questo caso, per la verità, sembra di fare davvero un salto indietro ai tempi del Re Sole: tappezzeria stile Settecento, sedie in velluto rosso, moquette, posate stile argenteria della nonna e clientela di età media decisamente elevata… Atmosfera a parte, però, la cucina è decisamente casalinga e di qualità, anche se a prezzi medio-alti, tra i 40 e i 50 euro. Il ristretto menu (3 antipasti e 4 pietanze) comprende tra l’altro l’ottimo jou de porc confit et lentilles (guancia di maiale su un letto di lenticchie), il filetto di agnello con verdure e i sorbetti della casa, presentati nel piatto con un foglio di zucchero cristallizzato. Unica pecca è il vino: non c’è la possibilità di ordinare al bicchiere e, se si insiste sull’argomento, si rischia di ottenere un liquido ai limiti della bevibilità…
Per oggi abbiamo concluso, e in attesa dell’ultima puntata del nostro viaggio non dimenticate di visitare la pagina Le Coin de Stéphanie con l’archivio delle tappe precedenti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...