Siamo nati per soffriggere

1 febbraio 2011

Tra i momenti più interessanti del festival gastronomico Identità Golose, chiusosi oggi a Milano, e della sua manifestazione gemella WineLove, c’è stato “Un risotto per Milano“: chef di tutta Italia impegnati a rivisitare il piatto meneghino per eccellenza secondo le proprie origini e inclinazioni. Qualche sensazione l’ha destata Stefano Deidda, classe 1982 ma già ai fornelli del ristorante Dal Corsaro, forse il più celebre di Cagliari. Il giovane chef, allievo di Gualtiero Marchesi, ha presentato un originale risotto al caglio di capretto con carciofi e bottarga, e ha persino “osato” contravvenire agli insegnamenti del maestro utilizzando per la tostatura del riso il tanto aborrito soffritto. “Vero, Marchesi non lo voleva – ha detto Deidda – ma sono convinto che gli insegnamenti vadano rielaborati. Non esiste il risotto, ogni variazione va a creare un piatto diverso”. Mica male il carattere del cuoco cagliaritano, che per l’occasione ha rielaborato una ricetta di sua invenzione la cui base, al posto del riso, è la fregola sarda. Del resto, il nonno di Stefano non era un personaggio qualunque: fu lui, nel corso di una disputa con la Francia per questioni di importazione di vino, a distruggere platealmente fuori dal suo locale alcune casse di pregiato champagne, diventando protagonista di una celeberrima foto che fece il giro d’Europa.

Annunci

2 Responses to “Siamo nati per soffriggere”

  1. Bosina Says:

    Pensa invece che il risotto bosino chiederebbe il pesto di lardo, cipolla e aglio, il “pestò dul lord”, come soffritto…

  2. locuste Says:

    Ben venga il “pestò dul lord” e qualsiasi altra variazione sul tema… Ci piacciono i piatti tradizionali, ma anche le versioni alternative purché non tradiscano lo spirito della buona cucina! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...