Un Pianello perfetto

La baldoria è già iniziata, ma non temete: avete ancora una settimana di tempo per partecipare all’appuntamento più gustoso dell’anno a Pianello, una frazione di Perugia. Stiamo parlando della Festa del Prosciutto Casareccio, giunta ormai alla sua quinta edizione e organizzata dal Gruppo Pro.te.so. e dalla Polisportiva Pianello presso gli impianti sportivi Gubbiotti. Da venerdì 28 maggio fino a domenica 6 giugno gli stand gastronomici aprono ogni sera alle 18.30: in programma spettacoli di musica dal vivo, esibizioni di scuole di ballo, mostre di pittura ma soprattutto assaggi di prodotti tipici locali. In primis, naturalmente, il prosciutto, protagonista anche della gara finale in cui sarà premiata la… fetta più lunga!

Annunci

La ciliegina su Tortona

Quello che sta per arrivare è il weekend di Cantine Aperte ed è inutile tediarvi con dettagli su una delle più attese manifestazioni enologiche dell’anno: visitate semplicemente il sito del Movimento del Turismo del Vino per lo sterminato elenco delle aziende vinicole che domenica 30 maggio apriranno le loro porte ai visitatori e degustatori. Meno noto, ma altrettanto meritevole l’evento che si svolge a Tortona, in provincia di Alessandria: da venerdì 28 fino a domenica 30 va in scena Assaggia Tortona e dintorni, una rassegna enogastronomica che si svolge nelle vie del centro storico e che prevede una serie di stand per la degustazione dei prodotti tipici del territorio. Tra gli appuntamenti più interessanti i Percorsi Didattici del Gusto organizzati dalla locale condotta Slow Food e l’incontro tra… cibo e volley con i giocatori della BreBanca Lannutti Cuneo neocampione d’Italia. Superfluo dire che le Locuste ci saranno!

In bocca alla Lupa

Il nome non inganni: siamo ben lontani dall’Urbe, e Romolo e Remo non c’entrano nulla. Ma l’Agriturismo “La Lupa”, a metà strada tra Bologna e Modena, è un luogo che per bucolica pace ha poco da invidiare ai sette colli romani. Al di là di tutti i comfort offerti dalla struttura (dalla piscina al campo da golf) a noi interessa soprattutto il menu del ristorante, che a prezzi assolutamente competitivi – 32 euro per un pasto completo – mette in scena tutto il meglio della tradizione locale: parmigiano reggiano, ciccioli, rosette alla modenese, tagliata al rosmarino e così via. Ottime e abbondanti tutte le porzioni, molto curato anche il servizio: il locale merita sicuramente una visita. Leggete la nostra recensione per saperne di più!

Non solo, ma anche

Dopo la faticosa ma soddisfacente esperienza di Quater Pass per Quater Piatt, restiamo in Brianza per un’altra meritevole manifestazione: sabato 29 e domenica 30 maggio la Villa Cusani Tittoni Traversi, a Desio, ospita la rassegna enogastronomica “Vino e non solo“. Tra gli espositori, le aziende vinicole la fanno naturalmente da padrone, ma non mancano produttori di specialità gastronomiche di qualità. La manifestazione è aperta al pubblico dalle 10 alle 22 del sabato e della domenica; nel corso dell’evento previste visite guidate (su prenotazione), laboratori gastronomici e l’incontro “Bambini-genitori: a tavola!”. Lunedì 31, invece, l’ingresso sarà riservato ai soli operatori e alle scuole. Il biglietto costa 3 euro, comprensivi di bicchiere da degustazione.

A passo di Brianza

I biglietti sono già esauriti, ma noi vi avevamo avvisato per tempo (nella nostra newsletter del mese di maggio) e dunque la coscienza ce l’abbiamo a posto. Le gambe un po’ meno, ma malgrado tutto saremo anche noi alla partenza della NoStramangialonga, ovvero Quater Pass per Quater Piatt, la grande passeggiata enogastronomica che si svolgerà domenica 23 maggio nel Parco del Curone, in piena Brianza. La partenza è fissata da Lomaniga, una frazione di Missaglia (Lecco), alle 11; poi il percorso si snoda per 10 km nel verde delle colline circostanti, con una serie di tappe intermedie che sono quelle che ci interessano di più. Per ogni sosta, infatti, è previsto quello che eufemisticamente potremmo definire un “rinfresco”: salumi, risotto, pasta fredda, brasato con polenta, patatine, sorbetto, formaggi e dolci fino all’arrivo, previsto intorno alle 18. In attesa delle prime impressioni dei reduci, ecco un ghiotto antipasto: il report fotografico della scorsa edizione.

Marchesi si nasce

Periodo di grandi celebrazioni per Gualtiero Marchesi: il guru della ristorazione italiana, già protagonista di una grande mostra al Castello Sforzesco di Milano aperta fino al prossimo 20 giugno, entra anche nel programma di “LeggerMente“, rassegna letteraria organizzata dalla Confcommercio di Lecco. Sabato 22 maggio alle 18, presso la sala conferenze di Palazzo Falck a Lecco, Marchesi incontrerà il pubblico nel corso dell’incontro “La cena in scena: il banchetto come forma di spettacolo e rappresentazione teatrale“, organizzato dall’Atelier del Gusto e condotto da Mauro Rossetto con la partecipazione di Luca Radaelli, che reciterà alcuni brani letterari a tema culinario (da Petronio a Flaubert, passando per Manzoni). Nell’occasione lo chef presenterà il suo libro “Marchesi si nasce”, edito da Rizzoli. L’ingresso è libero.

Impara l’arte e mettila nel piatto

Il binomio tra arte e cucina lo hanno teorizzato in molti, ma quando viene messo in pratica fa tutto un altro effetto: scegliere una galleria d’arte moderna e contemporanea, per la precisione la Gamec di Bergamo, per ambientarvi una serie di esibizioni culinarie non è cosa di tutti i giorni. Eppure è quello che accade da oggi fino a sabato 22 maggio in occasione di Ristorerò, manifestazione organizzata dalla Confesercenti di Bergamo in omaggio a Vittorio Cerea, il più rappresentativo ristoratore della storia cittadina, e al grande giornalista e scrittore Luigi Veronelli. Per cinque giorni i migliori chef italiani si cimenteranno nella preparazione di “cene multisensoriali” (al non modico prezzo di 70 euro) nel corso delle quali, oltre a gustare piatti prelibati, si assisterà in diretta alla realizzazione di una storia a fumetti. Ma non solo: tra gli appuntamenti in calendario anche laboratori riservati alle scuole, corsi di pasticceria e degustazioni di bottiglie provenienti dalla mitologica cantina dello stesso Veronelli.