Enoturista fai da te?

11 marzo 2010

A poco meno di un mese dal Vinitaly, nell’aria cominciano a effondersi piacevoli effluvi enologici (altro che “l’aspro odor dei vini…). Ma non è solo la fiera veronese a muovere gli interessi dei discepoli di Bacco, se è vero che i viaggi “di-vini” sono gli unici a salvarsi nel trend negativo del turismo italiano, il cui volume d’affari è calato del 3% nel 2009. Lo dicono i risultati del settimo Osservatorio sul Turismo del Vino, secondo il quale i viaggiatori che frequentano cantine e fiere di settore (ma anche ristoranti e osterie) sono saliti a quasi 6 milioni, con un giro d’affari da 3 miliardi di euro, salito del 20% rispetto all’anno precedente. Le mete preferite sono Toscana e Piemonte, mentre il Veneto si piazza al terzo posto scavalcando Umbria e Puglia. Solo il 13% degli occasionali visitatori di degustazioni e aziende agricole si considera però un “turista del vino”. Il testo completo del rapporto è disponibile a questo link.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...