Locuste alla valdostana

30 dicembre 2009

Nella nostra mappa dei ristoranti italiani (e non solo) c’era da sempre una grave lacuna: non era mai stato recensito un locale della Valle d’Aosta. Questa falla da oggi si è colmata grazie a un nome che più valdostano non potrebbe essere, quello del Ristorante La Grolla di Saint-Vincent: un compendio di tutta la cucina della regione, anche se a prezzi non bassissimi. Ora ci mancano soltanto Molise, Basilicata e Calabria per completare il giro gastronomico della penisola…

In bocca alla Balena

28 dicembre 2009

Non è un augurio che si farebbe a molti, ma d’altronde chi si augurerebbe di cenare in un vecchio casermone periferico, saturo di fumo e odore di fritto, con un servizio taciturno e scorbutico e un menu ridotto all’osso tanto da fare a meno persino di pasta e caffè? Eppure c’è la fila per entrare alla Trattoria da Balena, un locale di Cagliari che fa dell’atmosfera spartana la sua ragion d’essere. La formula è economica (20 euro, al massimo 25 con vino e amari) ma di successo: merito del pesce di eccellente qualità e delle preparazioni semplici ma efficaci. E forse anche un po’ dello spirito masochista dei clienti…

La casa della bistecca

23 dicembre 2009

Il nome è anglofono, d’accordo, ma sarebbe difficile immaginarsi qualcosa di più lontano dall’american style. La Steak House di Cagliari è un locale semplice, spartano e decisamente legato alla tradizione sarda: basta assaggiare le eccellenti fettine di cavallo o la crema di formaggio spalmabile per rendersene conto. Ma le due caratteristiche che rendono il ristorante davvero appetibile sono l’abbondanza delle porzioni e l’assoluta competitività dei prezzi: 15 euro per una grigliata mista bevande comprese è un prezzo eccezionale anche per il capoluogo isolano…

Quanto pesa la Sicilia?

21 dicembre 2009

Pasta con le sarde, caponata e cannoli con ricotta: dove è possibile gustare queste prelibate specialità? Semplice: a Busto Arsizio, nel cuore della (gelida) provincia lombarda. In pieno centro, infatti, una famiglia catanese ha rilevato la locanda che ospitava gli utenti della pesa pubblica, immancabile punto di riferimento nelle città di una volta. All’Antica Trattoria della Pesa c’è ancora l’albergo, con camere singole e doppie, ma c’è soprattutto un ristorante che mescola abilmente tradizione e fantasia e che propone una ghiotta offerta: menu fisso da 10 euro a pranzo, anche il sabato. Ecco la nostra recensione.

Lardo ai giovani!

18 dicembre 2009

Nessun timore: malgrado il relativo silenzio, non siamo rimasti con le forchette in mano neppure nel convulso periodo pre-natalizio. Gli ultimi giorni di frenetica attività ci hanno portato a visitare ben tre nuovi locali, con caratteristiche (anche geografiche) totalmente differenti: l’Antica Trattoria della Pesa è un’enclave siciliana a Busto Arsizio, la Steak House di Cagliari una pregevole bisteccheria low cost, mentre “Da Balena”, sempre a Cagliari, si è conquistato negli anni una solida fama grazie alla sua atmosfera a dir poco spartana. Presto vi daremo conto di tutte le nostre missioni, per il momento limitiamoci a quella più importante: ha avuto esito più che positivo la perlustrazione effettuata nella nuova sede che ospiterà l’edizione 2009 di Ora ProSciutto, la grande festa delle Locuste in programma il 29 dicembre a Gallarate. Come sempre un’occasione imperdibile per scambiarsi gli auguri e dare fondo alle scorte di vino, formaggi, dolci e contorni vari ma soprattutto del re della serata, il prosciutto crudo… E come recita il motto della serata, scusate se è po(r)co!

Dietro gli angoli

11 dicembre 2009

Dicembre è un mese “difficile” per gli eventi enogastronomici, ma prima della pausa natalizia c’è ancora qualche cartuccia da sparare. Per esempio, l’associazione Trullando di Putignano (Bari), nell’ambito del progetto “Angoli”, organizza per domenica 13 dicembre la rassegna I Coch’l: un’espressione dialettale che significa “le zolle” e che per motivi misteriosi identifica una strada del centro storico della città. Nel corso della giornata si potrà assistere a spettacoli di artisti di strada, concerti musicali e persino a un presepe vivente, ma soprattutto si potranno assaggiare specialità come polpette di pane fritto, calzone di carciofi, panino con salsiccia, latticini filati sul posto e così via.
A San Donnino, in provincia di Firenze, sabato 12 e domenica 13 va invece in scena la Sagra della Ribollita e del Lampredotto: a partire dalle 19.30, le serate saranno interamente dedicate alle due toscanissime specialità, in coincidenza con i mercatini di Natale nel centro storico. L’evento si ripeterà sabato 19 e domenica 20.

Comunicazioni di servizio

9 dicembre 2009

Approfittiamo del periodo di relativa calma per ricordare alcune delle utilities a disposizione sul nostro sito.
Innanzitutto abbiamo appena rilasciato una nuova versione di LocustaGPS, il servizio che consente di scaricare sul proprio navigatore satellitare (TomTom o Garmin) i “punti di interesse” di tutti i ristoranti recensiti dalle Locuste sul territorio italiano. La procedura di installazione è semplicissima, provare per credere!
Aggiornate anche le segnalazioni di Pillole di Sagra, la rubrica mensile che vi accompagna alla scoperta delle sagre della Lombardia, così come gli indirizzi della sezione Bella!, una mini-guida a bar, gastronomie, aziende e punti vendita di prodotti tipici (ma anche a ristoranti non ancora recensiti).
Infine, è in fase di completamento proprio in queste ore il nuovo numero della nostra newsletter mensile: per riceverla basta iscriversi compilando l’apposito modulo

Rimpinzarsi di bogoni, assaggiare il puciu o ippuntare? Non preoccupatevi, non sono citazioni da “Amici miei” ma solo alcune proposte per il lungo weekend che abbiamo davanti. Da oggi fino a domenica 6 dicembre il comune di Farigliano, in provincia di Cuneo, organizza la Fiera dei Puciu e di San Nicolao: il misterioso “puciu” non è altro che una rara varietà di nespola. Nelle stesse date appuntamento anche a Badia Calavena, nel veronese, per l’Antica Fiera dei Bogoni: prelibate lumache, o meglio “chiocciole opercolate”, servite con polenta, con funghi o come condimento per la pasta. Bisogna invece aspettare sabato 12 dicembre per l’ottava edizione di Ajò a Ippuntare, la manifestazione organizzata dalla Confraternita del Cagnulari di Usini, in provincia di Sassari. “Ippuntare” significa assaggiare il vino nuovo, e state pur certi che in qualche cantina sarà possibile farlo già da questa settimana…

Guidati dal vino

4 dicembre 2009

Prima o poi qualcuno doveva pur dirlo. E che sia stato proprio Luca Zaia, che pure abbiamo criticato in passato per la sua manifesta schizofrenia in materia, poco importa. Il ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali, intervenuto al convegno “Le cause degli incidenti stradali: percezione vs realtà“, ha commentato i risultati di un’impressionante ricerca dell’Istituto Piepoli: nel nostro paese poco più del 3% degli incidenti stradali è provocato dall’abuso di alcool, mentre nell’opinione degli italiani questa percentuale sale addirittura al 63%! “La ricerca – ha dichiarato Zaia – evidenzia una vera e propria distorsione percettiva. Una delle cause minoritarie, seppur gravi, degli incidenti è percepita come la causa principale e questo potrebbe spingere a pericolose campagne demagogiche contro il vino”.
Ora, pur considerando che la “distorsione percettiva” è stata in gran parte originata proprio dallo schieramento politico dello stesso Zaia, e che il convegno in questione è stato organizzato dalla FIPE (l’associazione di baristi e ristoratori), il che suggerisce estrema cautela nella lettura dei dati, resta il fatto che il divario tra il reale e il percepito, o meglio l’immaginato, è inquietante al massimo grado. Alcolico.

Somma zero

1 dicembre 2009

Dimenticate le raffinatezze della Valpolicella: a Sommacampagna si va per le spicce, con genuinità e schiettezza, sia nel bere sia nel mangiare. Il che può essere un bene o un male. Nello specifico, la Trattoria Al Ponte si distingue per il menu “minimalista” e il servizio scostante, anche troppo: un peccato, perché le potenzialità ci sono, a cominciare dagli ottimi piatti a base di funghi, pesce di fiume e polenta. Anche la cantina dell’azienda agricola Villa Medici concede poco all’estetica e molto alla sostanza: non sarà il luogo ideale per degustazioni e assaggi, ma certamente lo è per gli acquisti di Custoza e Bardolino, i due vini più rappresentativi della zona. Da provare anche il premiatissimo passito “Valle dei Re“.