Che maniere!

14 ottobre 2009

Arredamento minimalista-chic, cucina rarefatta e raffinata, campanello per entrare e prezzi dai 50 euro in su. Queste le caratteristiche di quello che una volta era il Calvi, notissimo ristorante milanese di pesce, e da settembre è diventato La Maniera di Carlo. Recensione negativa dunque? Niente affatto, perché l’eleganza dell’ambiente e (soprattutto) la creatività esibita dal giovanissimo chef non sono per nulla “di maniera”: alle loro spalle c’è davvero una ricerca gastronomica di alto livello, con ingredienti ricercati e delicatissimi mix di sapori. Peccato solo per qualche porzione un po’ troppo scarna, ma alcune trovate – come l’idea di indicare alla fine della lista l’elenco dei fornitori – sono davvero da premiare. A voi la recensione!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...